reddito di cittadinanza

Navigator, tutti i posti disponibili città per città

di Giorgio Pogliotti


Navigator, più chance al Nord per l’assunzione

3' di lettura

Le maggiori chance per diventare navigator? Le hanno i candidati di Novara, Alessandria, Bergamo e Pavia, dove per ogni posto disponibile i pretendenti sono solo nove. Le minori possibilità, invece, le hanno i residenti di Pescara, dove corrono in circa 64 per ogni posto, Campobasso con un rapporto di 59 a uno, e Isernia con un rapporto di 57 a uno. Tra le grandi città, Roma ha il primato di domande presentate: 7092 istanze per 195 posti disponibili, con circa 36 candidati per ogni posto. A Milano (1899) il rapporto è più favorevole, 1 ogni 25 domande, come per Napoli (seconda città per domande, pari a 6.812).

GUARDA IL VIDEO - Navigator, più chance al Nord per l'assunzione

GUARDA IL VIDEO - Ecco dove servono i navigator: tutti i numeri, dai 471 in Campania ai 429 in Sicilia

È un’Italia divisa in due quella che emerge dall’incrocio tra le 78.788 domande e i 2.980 posti disponibili a livello provinciale: per gli aspiranti navigator del Nord il rapporto dunque è decisamente più favorevole, rispetto a quelli del Sud e del Centro. Segno che nelle aree con il più alto numero di disoccupati, quella del navigator rappresenta un’opportunità occupazionale, di qui il numero più elevato di candidature.

Le città con le migliori chances al Nord
Ad Alessandria a correre per i 16 posti disponibili sono in 144 (il rapporto è di 1 a 9), a Bergamo in 346 per i 38 posti (1 per 9,1), a Pavia in 205 per 22 posti (1 per 9,3 candidati). La classifica delle città che offrono più possibilità agli aspiranti navigator prosegue con Pavia, Cuneo, Varese e Brescia dove il rapporto tra domande presentate e i posti disponibili è ancora di 9 a uno. Seguono Piacenza, Vercelli, Biella, Como, e Asti con un rapporto di circa 10 a uno. L’elenco prosegue con Rovigo, Monza, Imperia e Udine, dove per ogni posto si sfidano circa 11 pretendenti.

Seguono Venezia, Vicenza, Savona e il Sud Sardegna - la prima provincia non settentrionale che compare in questa classifica - con un rapporto di un posto ogni 12 concorrenti. Poi troviamo Verbano Cusio -Ossola, Aosta, Modena, Parma e Treviso, dove è in palio un posto per ogni 13 candidature.

Minori possibilità nel Mezzogiorno
I più penalizzati sono i residenti di Pescara con 894 domande per 14 posti (rapporto di 63,9 per 1 posto), quelli di Campobasso dove 593 corrono per 10 posti (59,3)e Isernia con un rapporto di 172 a 3 (57,3).

In fondo alla classifica compare anche Isernia, dove il rapporto è di un posto disponibile per ogni 57 domande, poi Lecce dove i candidati sono 49 per ogni posto, Cosenza e Potenza dove il rapporto è di 48 a uno. Segue l’Aquila con circa 47 aspiranti navigator ogni posto disponibile, Chieti con oltre 45 , Sondrio e Teramo con 44 e Avellino con circa 43.

GUARDA IL VIDEO - Reddito di cittadinanza: i nuovi navigator saranno assunti con contratto di collaborazione

Scrematura in vista per la selezione
Alla selezione che si svolgerà a Roma - la data ancora non è stabilita ma molto probabilmente sarà a metà giugno-, il rapporto tra posti disponibili e candidati ammessi sarà di 1 a 20, contro l’attuale rapporto di 1 a 26. A breve sarà, dunque, fatta una scrematura delle domande su base provinciale: sarà ammesso chi è possesso dei requisiti richiesti (cittadinanza italiana o di uno degli stati membri della Ue o regolare permesso di soggiorno per lavoro, godimento dei diritti civili e politici, anche nello stato di appartenenza e provenienza, assenza di condanne penali) in base al miglior voto di laurea in una delle 13 discipline indicate dall’avviso pubblicato sul sito di Anpal servizi (si spazia da scienze dell’economia a scienze pedagogiche, sociologia, a psicologia e giurisprudenza) , in caso di parità, vincerà il candidato più giovane.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti