Al Parco di Tor di Quinto

Al Parco di Tor di Quinto a Roma in scena Vinòforum. 500 cantine e 2.500 etichette in degustazione

di Giorgio dell'Orefice


default onloading pic

2' di lettura

Prende il via questa sera all'interno del Parco di Tor di Quinto a Roma l'edizione 2019 di Vinòforum–Lo Spazio del Gusto. Un appuntamento ormai fisso, proprio agli inizi dell'estate romana e che per 10 giorni farà di Roma un punto di ritrovo per gli appassionati del food & wine di alta qualità.
Per l'intera durata dell'evento saranno presenti banchi d'assaggio con circa 500 cantine provenienti dall'Italia e dall'estero per complessivamente 2.500 etichette in degustazione.

Ma di grande rilievo è anche l'offerta food che vedrà nel corso dell'intera durata della manifestazione ben 70 tra grandi chef e maestri pizzaioli.

Ben 6 saranno le postazioni di Cucina a Vista, i temporary restaurant di Vinòforum. Postazioni che vedranno all'opera alcune delle migliori realtà della ristorazione made in Italy suddivise in categorie: Grandi Maestri Stellati, Cucina di Mare, Chef Emergenti, Cucina al Femminile, e Grandi Osterie.

I nomi in campo vedranno già dalla serata di oggi e domani Convivio di Angelo Troiani e Mirabelle di Stefano Marzetti entrambi di Roma. Locanda Severino di Giuseppe Misurello di Caggiano (Salerno) e Mercerie di Igles Corelli e Viviana Marrocoli (Roma), Hosteria Amedeo di Marco Ilii e Giordano Paniccia (Monte Porzio Catone, Roma), La pergola di Heinz Beck (Roma) e Aqualunae di Emanuele Paoloni (Roma).

Ogni chef presenterà tre diversi piatti tra i più rappresentativi del proprio stile che il pubblico potrà assaggiare a prezzi democratici. Ogni portata potrà essere abbinata con alcuni degli Champagne delle principali Maison.

Da segnare in agenda anche gli appuntamenti di The Night Dinner che prevederanno 10 cene esclusive (con posti limitati e solo su prenotazione) che vedranno alcuni tra i principali chef d'Italia abbinare i propri piatti con vini di aziende top. Si comincia già questa sera con Francesco Apreda, chef del nuovo ristorante Idylio di Roma che abbinerà la propria cucina con gli spumanti Altemasi Trentodoc, le bollicine di montagna con uno stile unico realizzate secondo il metodo classico trentino. Un brand che fa capo alla cooperativa trentina Cavit.

Alla cena preparata da Francesco Apreda del ristorante Idylio di Roma le portate saranno accompagnate dalle principali etichette di Altemasi Trentodoc: Riserva Graal e Rosé. Ma ci sarà spazio anche per un vino fermo di Cavit, il Maso Toresella Cuvée Bianco.

“Vinoforum – ha detto il direttore generale di Cavit, Enrico Zanoni - è sicuramente una bella occasione per far conoscere le bollicine di montagna Altemasi Trentodoc che rappresentano per Cavit sicuramente un'area strategica con prodotti sempre più apprezzati dal mercato, a riconoscimento dell'impegno aziendale nello sviluppo della spumantistica di qualità”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...