LA BUSSOLA

Al via 18 App per i nati nel 2001: le mosse per ottenere il Bonus cultura

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto attuativo: i 5 marzo sarà attivata la quarta edizione

di Andrea Carli

default onloading pic
Si è sbloccato il Bonus cultura per i nati nel 2001 (foto Agf)

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto attuativo: i 5 marzo sarà attivata la quarta edizione


2' di lettura

Si è sbloccato il Bonus cultura per i nati nel 2001. Sulla Gazzetta ufficiale del 19 febbraio è stato pubblicato il decreto attuativo. Ecco le nove cose da sapere per usufruirne.

Chi ne beneficia
Il bonus è concesso ai residenti nel territorio nazionale in possesso, ove previsto, di permesso di soggiorno in corso di validità, i quali compiono diciotto anni di età nel 2019.

I tempi
Una volta pubblicato in Gazzetta ufficiale, devono passare 15 giorni prima che il provvedimento entri in vigore. La data di attivazione della quarta edizione di 18 App, quella per i nati nel 2001, sarà pertanto il 5 marzo.

La procedura
A partire da quella data i ragazzi potranno registrarsi sul sito www.18app.italia.it. La registrazione è consentita fino al 31 agosto.

Il termine ultimo
La scadenza per spendere il bonus è il 28 febbraio 2021.

Che cosa si può acquistare
Con la Carta elettronica da 500 euro è possibile acquistare biglietti per rappresentazioni teatrali, cinematografiche e spettacoli dal vivo; libri; biglietti per accedere a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali; acquistare musica registrata; pagarsi corsi di musica, di teatro, di lingua straniera, e acvquistare prodotti dell’editoria audiovisiva.

Chi accetta la Carta
Le imprese e gli esercizi commerciali, le sale cinematografiche, da concerto e teatrali, gli istituti e i luoghi della cultura e i parchi naturali, le altre strutture ove si svolgono eventi culturali o spettacoli dal vivo, presso i quali è possibile utilizzare la Carta sono inseriti, a cura del ministero dei Beni culturali, in un apposito elenco. L’elenco è consultabile sul sito: https://www.18app.italia.it

I controlli
Il ministero dei Beni culturali vigila sul corretto funzionamento della Carta e può provvedere, in caso di eventuali usi difformi o di violazioni delle regole, a disattivarla o cancellare dall’elenco un esercizio commerciale.

Quando nasce il bonus cultura
Il bonus cultura è stato introdotto dal governo Renzi, con il decreto scuola. Inizialmente prevista solo per il 2016, la misura è stata riconfermata dal governo Gentiloni prima, e dal governo Conte poi. Si tratta di un bonus di 500 euro per acquistare beni legati alle attività culturali.

I numeri
Dalla prima edizione del 2016 sono stati oltre 1,2 milioni i ragazzi che hanno usufruito del bonus cultura spendendo più di 550 milioni di euro in prodotti culturali.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...