Partenariato industriale

Al via Connext 2021, l’alleanza tra imprese motore della crescita

L'evento di Confindustria scommette sulle reti per competere e rafforzarsi. Dialogo con il mondo dell'università e della ricerca

di Nicoletta Picchio

 Forte dimensione virutale per Connext 2021. Oltre 6mila imprenditori e manager, oltre 600 espositori, più di 2mila incontri B2B, 97 eventi, 200 startup insieme ai principali protagonisti del mondo economico e istituzionale.

2' di lettura

«Ripartiamo da qui, la piazza del MiCo, dove due anni fa abbiamo tenuto la prima edizione di Connext. Oggi da questo luogo partono nuovi percorsi di crescita, in un mondo che è cambiato e che ci ha reso più consapevoli, per dare impulso all'Italia che vogliamo». Alberto Marenghi, vice presidente di Confindustria per l’Organizzazione, lo sviluppo e il marketing, ha inaugurato con queste parole la prima giornata di Connext 2021, il grande evento nazionale di partenariato industriale di Confindustria, tornato con l’edizione completamente rinnovata e una forte dimensione virtuale. Oltre 6mila imprenditori e manager, oltre 600 espositori, più di 2.000 incontri B2B, 97 eventi, di cui 19 webinar, oltre 200 startup, di cui 20 hanno vinto la Call Percorso Startup. Insieme ai principali protagonisti del mondo economico e istituzionale.

È l’importanza del rapporto pubblico-privato, come ha sottolineato Maurizio Marchesini, vice presidente per le Filiere e le medie imprese, che ha parlato subito dopo. Rafforzare le filiere e l’innovazione è una priorità per la crescita: «Le filiere sono il vero valore aggiunto del sistema manifatturiero italiano, la chiave di lettura della trasformazione verde e digitale delle imprese protagoniste al Mico, sia in presenza che virtuale», ha detto il vice presidente di Confindustria. Stringere alleanze per competere, mettersi in rete per diventare più forti è lo spirito e l'obiettivo di Connext.

Loading...

Fabbrica Intelligente, Città del Futuro, Pianeta Sostenibile, Persone Scienze della Vita e Progresso: i quattro driver chiave della manifestazione. Su questi grandi temi dialogheranno imprese di grandi e piccole dimensioni, anche non iscritte a Confindustria, insieme a università, centri di ricerca, la rete dei Digital Innovation Hub e dei Competence Center. Sono molte anche le realtà internazionali, le rappresentanze estere di Confindustria Est Europa e Confindustria Russia, oltre a BusinessMed, Confindustria Assafrica e Mediterraneo. Complessivamente partecipano 40 associazioni del sistema confindustriale.

«Non ci siamo mai fermati, nella difficoltà il motore delle imprese ha spinto più forte. Vogliamo dare il nostro contributo anche con la forza dei nostri numeri, siamo la più grande associazione di imprese in Italia e in Europa, con oltre 150mila aziende di ogni dimensione e settore», ha detto Marenghi. Connext «è un momento di connessione potente, le tecnologie 4.0, i digital, i partenariati, e le reti – ha aggiunto Marenghi - sono essenziali nel nuovo modo di competere sui mercati. Guardiamo avanti con fiducia, il Pil italiano a fine anno potrà attestarsi al +6,3-6,4 per cento. Ma è un rimbalzo, dobbiamo trasformarlo in una crescita duratura e solida».

Potenziare le filiere diventa una carta vincente, così come rafforzare gli ecosistemi dell'innovazione: «La pandemia ci ha insegnato che occorre accorciare le filiere e gestire in maniera collaborativa le produzioni strategiche nazionali nello scenario di riferimento europeo», è la riflessione di Marchesini. «Questo – ha aggiunto – vale per tutti i settori produttivi».

Tra i main partner di Connnext: 4.Manager, Assolombarda, Fasi, Intesa Sanpaolo, Ice Agenzia e Umana. Tra i partner: Audi, Enel, Eni, Fondimpresa, Luiss e RetImpresa. Sponsor Prima Sole Components, Sponsor tecnico Chiarini. Vettore ufficiale Trenitalia; il Gruppo Sole 24 Ore Media Partner.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti