Notizie

Al via il corso per chef «salutisti»: alta cucina per vegetariani, vegani, intolleranti e allergici

di Maria Teresa Manuelli


default onloading pic

2' di lettura

Vuoi diventare chef? Sappi che appagare i cinque sensi non ti basterà più: il proliferare di filosofie alimentari, ma soprattutto l'aumento di allergie e intolleranze legate al cibo richiede l'impiego in cucina di personale sempre più specializzato. Nasce così una nuova specializzazione in cucina, quella dello chef salutista, ovvero un cuoco che sappia coniugare l'alta cucina con le più diverse esigenze di salute della clientela. A ideare questa figura è Rossano Boscolo, chef e rettore del Campus Etoile Academy, scuola di cucina fondata nel 1982 e che in oltre 30 anni ha sfornato centinaia di nuove leve di chef e pasticcieri.

Scelte etiche, allergie, intolleranze

«Al di là del diffondersi di scelte etiche quali il vegetarianesimo e il veganesimo - spiega Boscolo - sta esplodendo il problema delle allergie e delle intolleranze, per cui avere o non avere nel proprio piatto un alimento non è una libera decisione, ma una vera necessità». La salute nel piatto non è una scelta, ma un'esigenza e sarà sempre più imprescindibile avere personale preparato, non solo in mense scolastiche o ristorazione collettiva, ma in qualunque ristorante. «Si parla molto di alimenti sani, biologici, certificati. Ma per diventare cibo questi alimenti devono essere messi nelle mani di persone capaci e preparate, che sappiano trattarli, cucinarli e abbinarli nel modo giusto. Perché in molti casi si rischia con la vita stessa dei clienti».

Rossano Boscolo

Basta essere costretti a comprare cibi industriali, poter ordinare solo la classica insalata o restare a casa perché nella propria zona nessun ristorante è attrezzato in materia. «Perché tutti hanno il diritto di godere dell'alta cucina, anche se si hanno problemi di salute».

Anche i catering ormai sono “su misura”

    Il corso quindi, oltre a offrire la classica preparazione del cuoco, prevede una specializzazione con lezioni specifiche tenute da medici e nutrizionisti per parlare di celiachia, diabete, intolleranze, allergie, oltre al vegetarianesimo e veganesimo. «Soprattutto nelle grandi città - prosegue Boscolo - stanno nascendo numerosi locali dedicati alle intolleranze o alle scelte etiche. E saranno sempre di più. Ma la figura dello chef salutista è ormai necessaria in qualunque cucina. Per fare un esempio, a ogni nostro servizio di catering abbiamo il 10-15% di persone allergiche o intolleranti a qualche alimento. Di certo, non posso offrire loro alternative che non siano all'altezza dell'evento, sia esso un matrimonio o un meeting aziendale, e nemmeno rischiare la loro salute. Ecco che servono persone preparate in entrambe le materie: salute e alta cucina».

    Un corso a numero chiuso

    Il corso, guidato dallo chef Giuseppe Settanni, è a numero chiuso (16 posti disponibili per ogni ciclo, attualmente le iscrizioni sono ancora aperte) e prenderà avvio il prossimo 10 aprile per concludersi a luglio. Come tutti i corsi Etoile Academy, si svolgerà dal lunedì al venerdì per otto-dieci ore. I primi tre mesi sono in accademia con alternanza di teoria e pratica, mentre gli altri cinque in stage presso strutture convenzionate.
    Il Campus Etoile Academy è accreditato come ente formatore e rilascia una qualifica professionale riconosciuta dalla Legge n. 845/78 e valevole a livello europeo.
    Nonostante il prezzo (da richiedere alla scuola) non proprio accessibile a tutti, i posti sono già in via di esaurimento.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...