welfare

Al via le domande per il bonus bebè 2020

Richieste solo online tramite il sito internet dell’Inps. Importi differenziati in relazione all’Isee, senza il quale si ottiene l’assegno minimo

di Matteo Prioschi


default onloading pic
(© SCIENCE PHOTO LIBRARY)

2' di lettura

Possibile presentare le domande per il bonus bebè per nascite, adozioni o affidamenti del 2020. Lo ha comunicato Inps con il messaggio 1099/2020 pubblicato il 10 marzo, dopo che con la circolare 26/2020 aveva già illustrato le novità relative a quest’anno.

Anche nel messaggio di ieri l’istituto di previdenza ricorda che ora l’assegno è diventato universale, quindi viene erogato a tutti ma con importo diversificato in relazione all’Isee minorenni.

Gli importi
Tre le fasce previste:
con Isee fino a 7.000 euro, l’assegno è di 160 euro al mese (192 per figli oltre il primo);
con Isee oltre 7.000 e fino a 40.000 euro, assegno di 120 euro al mese (144 per figli oltre il primo);
con Isee oltre 40.000 euro, assegno di 80 euro al mese (96 per figli oltre il primo).
Il contributo viene erogato per massimo 12 mesi e l’importo è incrementato del 20% per i figli oltre il primo. In mancanza dell’indicatore, il bonus viene comunque riconosciuto ma nel valore minimo.

Domanda online
Alla procedura di presentazione della domanda si accede tramite il sito Inps, indicando nel motore di ricerca “assegno di natalità”, quindi scegliendo la scheda prestazione “assegno di natalità (bonus bebè)” e poi sul pulsante accedi al servizio.

Oppure, dopo aver cercato assegno di natalità nel motore di ricerca Inps, si può accedere direttamente a:
assegno di natalità – bonus bebè cittadino
assegno di natalità – bonus bebè patronati

Attenzione alla scadenza
Se la richiesta viene inviata all’Inps entro 90 giorni dalla nascita/adozione/affidamento l'assegno viene pagato a partire dall’ingresso del nuovo figlio. Se, invece, viene presentata dopo 90 giorni, il bonus è riconosciuto solo dal mese di presentazione della stessa. Dato che il via libera alle domande è arrivato solo l’11 marzo, per gli eventi avvenuti tra il 1° gennaio e il 10 marzo i 90 giorni si contano da quest’ultima data.

I servizi online dell’istituto di previdenza sono utilizzabili a fronte di, in alternativa:
Pin dispositivo dell’Inps
Spid almeno di livello 2
Carta di identità elettronica 3.0
Carta nazionale dei servizi

Per saperne di più
Bonus bebè esteso a tutti

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...