ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMilano Moda Donna

Al via la fashion week di sistema, tra incognite e opportunità

Sfilate, presentazioni, fiere: la moda made in Italy si mettono in mostra in un momento storico difficile, in cui i costi gravano sulle imprese tanto da pensare alla chiusura. Allo stesso tempo, ci sono nuove opportunità: la domanda da Paesi come Usa e Corea del Sud corre

di Marta Casadei

(AP)

I punti chiave

  • Dal 20 al 26 settembre è in programma la Milano Fashion Week donna
  • La città ospiterà 210 appuntamenti tra sfilate, presentazioni ed eventi
  • In concomitanza con gli show si tengono fiere e saloni

3' di lettura

Duecento dieci appuntamenti tra sfilate, presentazioni, eventi fisici e digitali, in programma dal 20 al 26 settembre. Cinque fiere - per un totale di circa 3mila espositori - tra quelle attualmente in corso (Micam, Mipel e The One Milano) e quelle che apriranno (Lineapelle e Simac Tanning Tech). Un salone dedicato alla moda di ricerca, tra nuovi talenti e sostenibilità (White).

Un settore a doppia velocità

Il sistema moda ha messo sul tavolo tutte le sue carte migliori per tornare ai fasti pre Covid con una fashion week costruita all’insegna della sinergia tra attori diversi. Il momento, del resto, lo richiede: la moda made in Italy - che, insieme ai settori collegati come occhiali e gioielli a fine 2022 realizzerà oltre 92 miliardi di euro di ricavi all’anno - sta vivendo un anno complesso: iniziato con una crescita record del fatturato (+25%), complici la spinta dell’inflazione e il deprezzamento dell’euro che ha trainato le esportazioni, ha subìto un drastico rallentamento sotto il peso dei costi delle materie prime e della crisi energetica, fino a chiudere (secondo le previsioni) in negativo nel quarto trimestre.

Loading...

Le aziende della moda, gravate di costi, si trovano così a dover affrontare uno scenario ricco di incognite: «Scontiamo gli aumenti dell’energia. Sono necessarie misure drastiche per sostenere le imprese - aveva spiegato Carlo Capasa, presidente della Camera della moda, in occasione della presentazione della fashion week – ad oggi è più conveniente chiudere che continuare a produrre». Il clima di fiducia dei consumatori, oltretutto, ha continuato a calare da fine 2021 e ha toccato un minimo ad agosto, oltre 19 punti sotto il livello di fine 2021.

Non mancano, però, le opportunità localizzate sia all’estero: secondo i Fashion Economic Trends le vendite negli Stati Uniti hanno registrato un +59,7% sul primo semestre 2021; in netta salita anche l’export verso la Corea del Sud (+34.1%) e alcuni mercati europei come la Spagna e la Francia. Il pubblico internazionale è il vero obiettivo delle aziende che in questi giorni presentano le collezioni primavera estate 2023 alle fiere, con una presentazione o una sfilata. A Milano, in questi giorni, stanno affluendo addetti ai lavori da tutto il mondo - complice anche il programma di incoming finanziato da Ice che porta in città circa 700 persone tra compratori e giornalisti.

Grandi nomi e nuovi talenti la città in primo piano

La fashion week comincia con una giornata dedicata alle nuove leve creative del settore: gli studenti delle scuole di moda che presentano le loro collezioni durante Milano Moda Graduate e i nuovi talenti in vetrina al Fashion Hub. I designer emergenti avranno un ruolo chiave durante tutti e sette i giorni della manifestazione, con progetti come lo show di Matty Bovan, che ha ricevuto supporto nella creazione e nella presentazione da Dolce&Gabbana, o la presenza in calendario delle sfilate di Cormio e Vitelli e Act n°1, beneficiari del Grant del Camera Moda Fashion Trust. Maison Valentino, insieme a CNMI, ospiterà sul suo canale Instagram, il live della sfilata di Act n°1.

Presenti, ovviamente, molti nomi noti: da Giorgio Armani (con le linee Emporio e GA) a Prada, da Salvatore Ferragamo a Missoni, passando per Versace, Gucci, Max Mara, Moschino, Fendi, Etro. Non mancano gli eventi che coinvolgono la città: dalla sfilata di Diesel, aperta al pubblico (su prenotazione) a quella di Anteprima, che festeggia 30 anni all’Arco della Pace.


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti