eventi

Al via il Festival di Hyères, dedicato a fotografia e moda

di Giulia Crivelli

2' di lettura

Si apre oggi a Hyères, in Costa Azzurra, la 34esima edizione del Festival internazionale di moda, fotografia e accessori di moda che durerà fino a lunedì 29. Attenzione particolare alla creatività femminile: ospite d'onore del 2019 è infatti Natacha Ramsay-Levy, direttore artistico di Chloé, che presiederà la giuria del concorso moda. Un'altra donna, la designer di gioielli Charlotte Chesnais, consegnerà i premi degli accessori.

Oltre ai premi per moda e accessori, al festival verranno assegnati anche riconoscimenti speciali, grazie a concorsi promessi da singole maison. Come il premio Chloé, che richiede ai concorrenti del prêt-à-porter di immaginare un outfit in linea con i valori e lo spirito del marchio, o come il premio messo in palio da Galeries Lafayette o ancora la collaborazione con Petit Bateau. A questi si aggiunge per la prima volta il premio Mestieri d'Arte, promosso da Chanel, che premierà la migliore collaborazione tra i dieci finalisti della categoria moda e dieci dei Mestieri d'arte della maison (nella foto in alto, due immagini della mostra allestita alla Maison Michel).

Loading...

La cornice del festival di Hyères è Villa Noailles, testimonianza dell'architettura modernista di Robert Mallet-Stevens e luogo di ritrovo delle avanguardie artistiche, grazie ai mecenati Charles et Marie-Laure de Noailles. Divenuta centro d'arte nel 2003, Villa Noailles ospita i principali eventi del festival,
fondato da Jean-Pierre Blanc.

Il presidente della giuria della fotografia è Craid McDean: a gennaio sono stati selezionati dieci finalisti su 700 dossier ricevuti, provenienti da 50 Paesi: Federico Berardi, Hubert Crabieres, Kerry J Dean, Tommy Kha, Hilla Kurki, Vincent Levrat, Alice Mann, Andrew Nuding, Jean-Vincent Simonet ed Elsa & & Johanna. La giuria della moda invece ha ricevuto 300 dossier da 50 Paesi e i nomi dei finalisti sono: Enikova Dita, Tetsuya Doi, Youta Anazawa & Manami Toda, Kuurila Milla Lintilä, Yana Mon, Roisin Pierce, Christoph Rumpf, Tina Schwizgebel, Tsung-Chien Tang e Lucille Thievre.

Tra i workshop, segnaliamo quello organizzato dalla maison di t-shirt premium American Vintage (nata a Marsiglia nel 2005), sulle tinture vegetali.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti