ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùA palazzo Chigi

Draghi-sindacati, sul tavolo le misure salva-stipendi

Cauto il leader della Cgil Maurizio Landini: «Numeri non ci sono stati fatti. Al momento non abbiamo risposte». Il prossimo incontro tra il governo ed i sindacati dovrebbe avere luogo tra il 26 ed il 27 luglio

2' di lettura

È terminato dopo circa un’ora e mezza l’incontro tra il premier Mario Draghi e i sindacati. Tra i macro temi sul tavolo del faccia a faccia tra il premier, il ministro del Lavoro Andrea Orlando e le rappresentanze sindacali il taglio al cuneo fiscale, i minimi salariali, e il rinnovo dei contratti. Presenti all’incontro anche i ministri Giancarlo Giorgetti, Stefano Patuanelli e Renato Brunetta.

Governo a sindacati: tavoli su cuneo, salari e precarietà

Il Governo ha proposto ai sindacati di aprire tavoli sul cuneo fiscale, la lotta alla precarietà del lavoro e sul salario minimo partendo dalla proposta del ministro del Lavoro, Andrea Orlando. Lo si apprende da partecipanti alla riunione tra il presidente del Consiglio, Mario Draghi e i leader di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri. I tavoli dovrebbero aprirsi a partire dal 23 luglio. Mentre l prossimo incontro tra il governo ed i sindacati dovrebbe avere luogo tra il 26 ed il 27 luglio.

Loading...

Da governo verso intervento sostanzioso prima di fine mese

Non solo. Il governo pensa a un sostanzioso intervento prima di fine mese. Per questo e su questo ci sarà una convocazione e per ragionare di una bozza di uno strumento legislativo prima che vada in Consiglio dei ministri. Così a quanto si apprende da fonti sindacali al termine dell'incontro Draghi-Cgil Cisl Uil

Cisl: prima della pausa estiva decreto per redditi e famiglie

«Un incontro positivo, potenzialmente decisivo. Il governo ha condiviso la nostra impostazioni» anche «per governare le emergenze. Il governo conta di deliberare prima della pausa estiva» per «salari, pensioni e reddito delle famiglie» ha detto il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra al termine dell’incontro con Mario Draghi. «Un nuovo decreto a sostegno di salari, pensioni e famiglie», ha aggiunto. «Il governo non esclude di lavorare su un nuovo patto sociale che guardi ai fondi del Pnrr, sulla politica industriale e ambientale» ha proseguito Sbarra, spiegando che l’esecutivo si è impegnato ad un confronto strutturato e permanente con le parti sociali.

Landini: per ora no risposte, bene metodo ascolto

Cauto, al termine dell’incontro, il leader della Cgil Maurizio Landini: «Il Governo ha annunciato che intende fare un provvedimento entro il mese di luglio - ha confermato - ma i contenuti non li conosciamo. Numeri non ci sono stati fatti. Ci si è fermati a temi come la difesa del potere d’acquisto, la precarietà, il salario minimo. Al momento non abbiamo risposte. Ad oggi risultati non ce ne sono. Abbiamo ribadito che dobbiamo agire e non possiamo aspettare la legge di bilancio». Landini ha detto di aver apprezzato però il clima di ascolto e che si valuterà cosa il governo mette in campo a fine mese. «Sul piano del metodo c’è una novità, non su quello dei contenuti», ha aggiunto.

Bombardieri: agire su emergenze, detassare aumenti salariali

«Sull’emergenza bollette, sui salari e sulle pensioni abbiamo chiesto al Governo di intervenire subito. Bisogna detassare gli aumenti contrattuali e la contrattazione di secondo livello e aumentare il netto in busta paga». Così Pierpaolo Bombardieri, segretario generale della Uil, che ha aggiunto: «Abbiamo ricordato al presidente del Consiglio che ci sono delle emergenze: salari, pensioni e lavoro precario. Se dovessimo parlare di tavoli ce ne sono alcuni, che sono quelli aperti e non più chiusi, ovvero lavoro, riforma fiscale, riforma del welfare e delle pensioni. Su quei tavoli abbiamo chiesto di riprendere il confronto».



Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti