ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAl via gli Its Pop Days

Ecco le “officine del sapere tecnico” che fanno trovare subito lavoro

Fino al 7 maggio la prima fiera virtuale dedicata agli Istituti tecnici superiori. Tasso di occupazione oltre l’80%, e stretto link con le imprese. Dal Recovery Fund in arrivo 1,5 miliardi in 5 anni per farli decollare, e per spingere il 4.0

di Claudio Tucci

(imagoeconomica)

2' di lettura

Al via gli «Its Pop Days», la prima fiera virtuale degli Istituti Tecnici Superiori, decollati da una decina d’anni e che rappresentano un vero e proprio passepartout per il lavoro dei giovani. L’evento è organizzato da Confindustria e Umana, in collaborazione con Indire, per diffondere e implementare la conoscenza degli Istituti tecnici superiori (Its) ed evidenziarne il valore e l’efficacia nell’occupabilità dei giovani e come vere e proprie “officine del sapere tecnico” ad alto contenuto tecnologico. Gli Its hanno un tasso di occupazione di oltre l’80% a un anno dal titolo, ma hanno ancora numeri di nicchia rispetto ad altri paesi, come la Germania.

Cosa sono gli Its

Nei prossimi anni le aziende si rivolgeranno al mercato del lavoro per chiedere competenze in grado di supportare il processo di trasformazione tecnologica che si sta determinando. Ogni anno le 109 fondazioni Its italiane abilitano centinaia di giovani all’innovazione tecnologica e digitale delle imprese. Inoltre, gli Its rappresentano la prima esperienza italiana di istruzione terziaria professionalizzante legata al sistema produttivo e al mercato del lavoro e si configurano come vere e proprie Accademie del Made in Italy.

Loading...

I risultati occupazionali

Secondo l’ultimo monitoraggio Indire, l’83% dei diplomati in queste eccellenze del territorio ha trovato lavoro a un anno dal diploma, di cui il 92% in un’area coerente con il percorso concluso e, in alcuni percorsi, l’occupazione ha raggiunto il 100% dei diplomati.

Gli Its Pop Days

L’evento che inizia oggi, 5 maggio, è una tre giorni dedicata all’orientamento di queste vere e proprie Accademie del Made in Italy del sistema terziario professionalizzante, una sorta di “città digitale”, che opererà attraverso una piattaforma online appositamente progettata. Sarà possibile navigare tra gli stand virtuali di 92 Fondazioni Its iscritte con cui dialogare in diretta tramite live chat, oltre alla possibilità di partecipare a incontri e webinar tematici sulla formazione, sul lavoro e sul futuro delle nuove generazioni.

I fondi Ue

Con l’arrivo dei fondi del Recovery Plan, 1,5 miliardi in 5 anni, l’Italia è a una svolta e i primi driver su cui indirizzare i progetti e le risorse europee sono quelli della formazione e dell’occupazione giovanile. Gli iscritti agli ITS sono ancora troppo pochi rispetto al fabbisogno delle imprese e per questo è necessario promuovere la scelta degli Istituti Tecnici Superiori come investimento sul futuro.

Il link con il 4.0 e l’innovazione

Gli Its, da ormai più di 10 anni, offrono percorsi terziari professionalizzanti dove la competenza tecnologica si sposa con la pratica aziendale. Sono correlati a 6 aree tecnologiche: 1. Efficienza energetica 2. Mobilità sostenibile 3. Nuove tecnologie della vita 4. Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali – Turismo 5. Tecnologie dell'informazione e della comunicazione 6. Nuove tecnologie per il Made in Italy (Servizi alle imprese; Sistema agro-alimentare; Sistema casa; Sistema meccanica; Sistema moda). Il legame strutturale con la manifattura e i servizi collegati sono la chiave del sistema Its. Grazie alla partecipazione attiva delle imprese sia nella co-progettazione didattica che nella governance stessa degli Istituti, rappresentano un accesso privilegiato al mondo del lavoro.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti