finanza innovativa

Al via i minibond per le Pmi della Campania

Garanzia Campania Bond è lo strumento di finanza innovativa progettato dalla Regione Campania a sostegno della crescita delle piccole e medie imprese del territorio. La dotazione finanziaria è pari a 37 milioni di euro. Le aziende hanno tempo fino al prossimo 9 dicembre per presentare la propria manifestazione di interesse. Oggi inizia il road show

di Daniela Russo

default onloading pic
(Imagoeconomica)

Garanzia Campania Bond è lo strumento di finanza innovativa progettato dalla Regione Campania a sostegno della crescita delle piccole e medie imprese del territorio. La dotazione finanziaria è pari a 37 milioni di euro. Le aziende hanno tempo fino al prossimo 9 dicembre per presentare la propria manifestazione di interesse. Oggi inizia il road show


3' di lettura

Entra nel vivo Garanzia Campania Bond, lo strumento di finanza innovativa progettato dalla Regione Campania a sostegno della crescita delle piccole e medie imprese del territorio. La dotazione finanziaria è pari a 37 milioni di euro. Le aziende hanno tempo fino al prossimo 9 dicembre per presentare la propria manifestazione di interesse.
La Regione Campania ha deliberato l'attivazione di finanziamenti, tramite l'emissione multipla di Basket Bond da parte di Pmi con sede operativa sul territorio regionale, assistiti da garanzie a valere su risorse Por Fesr 2014-2020 (che coprono il 100% delle perdite fino a concorrenza del 25% del portafoglio iniziale). Il soggetto attuatore della misura è Sviluppo Campania che ha individuato in qualità di arranger il raggruppamento temporaneo di imprese costituito tra Banca del Mezzogiorno - Mediocredito Centrale e FISG.

Le caratteristiche dei minibond campani

Loading...

L'obiettivo è favorire l'accesso da parte delle Pmi al mercato di capitali per sostenere progetti imprenditoriali di espansione, rafforzamento e innovazione. In particolare, i minibond possono tradursi in investimenti materiali (terreni, immobili e impianti macchinari e attrezzature), immateriali (diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale) o capitale circolante. Il basket bond è composto da un taglio medio dei minibond, di durata massima entro gli 8 anni, non superiore ai 3 milioni di euro, con media ponderata dei rating non inferiore ad area BB. L'importo massimo complessivo dei minibond emessi non può superare i 148 milioni di euro. Il tasso di interesse è fisso, il prezzo di emissione alla pari e il periodo di preammortamento va dai 6 ai 12 mesi.

A chi è rivolto

La manifestazione di interesse può essere presentata da piccole e medie imprese, con sede operativa nella Regione Campania, che possono avvalersi di un rating valido rilasciato da una Agenzia Ecai, almeno pari a BB- sulla scala Standard & Poor's (od equivalente). Possono fare domanda anche le aziende potenzialmente idonee a soddisfare le aspettative degli investitori, non ancora in possesso di un valido rating BB-, a condizione di rispondere a precisi requisiti, tra cui: bilanci approvati e depositati in forma non abbreviata per gli ultimi tre esercizi e non aver realizzato perdite in più di uno degli ultimi 3 anni. «Da anni osservatori della Vigilanza sollecitano la creazione di un mercato della finanza alternativa in presenza di un arretramento del sistema bancario di sostegno alle imprese – commenta Mario Mustilli, presidente di Sviluppo Campania –. Nel Sud, come spesso succede, il mercato fallisce per cui lo Stato interviene rispettando regole e rigori, creando meccanismi tecnici più corretti possibili. Sviluppo Campania ha proposto alla Regione un fondo innovativo e ha selezionato un arranger che in qualche maniera porta al Mezzogiorno un'esperienza tecnica per il mercato finanziario che prima non c'era».
“Un'operazione che, se da una parte risponde a una sollecitazione della Banca centrale, dall'altra ha una forte impronta culturale – aggiunge Mustilli – perché permette di diffondere cultura finanziaria nel tessuto produttivo meridionale. A rendere importante questo intervento, che la Regione Campania è stata la prima a lanciare in Italia, c'è infine l'aspetto dimensionale della platea a cui si rivolge: l'emissione di titoli è alla portata di piccole imprese, che sono il cuore dell'economia del Sud, e per le quali l'accesso al credito sta diventando la vera emergenza».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti