consiglio dei ministri

Al via i ristori per le garanzie sui rimborsi Iva e stretta sul market abuse

di Marzio Bartoloni

(Comugnero Silvana - Fotolia)

3' di lettura

Dagli interventi di maggiore protezione dei consumatori che acquistano prodotti finanziari e assicurazioni alle misure che aiuteranno la lotta al terrorismo con la possibilità di poter ottenere dalle compagnie aeree i dati sui passeggeri fino agli attesi indennizzi forfettari ai contribuenti Iva che hanno dovuto presentare la garanzia per richiedere i rimborsi d’imposta (archiviando così la procedura d'infrazione con Bruxelles). Queste alcune delle misure contenute nella legge di delegazione Ue 2016 e la legge europea 2017 - i due veicoli normativi con cui l’Italia si adegua alle regole Ue - che arrivano in consiglio dei ministri per il varo definitivo che gli aprirà le porte del Parlamento.

Le misure finanziarie nella legge di delegazione 2016
Il provvedimento conferisce la delega al Governo per il recepimento di oltre venti direttive Ue e un pacchetto di regolamenti. Tra le misure più significative ci sono le norme attuare – tramite decreti legislativi – sul fronte del mercato finanziario. A cominciare da alcune misure da aggiungere all'impianto introdotto dal regolamento Ue 596/2014: il cosiddetto «Mar» (Market abuse regulation) che disciplina la materia degli abusi di mercato e le contromisure per prevenirli. . Di peso – soprattutto per tutelare di più i clienti delle banche – le misure per la «completa attuazione» del regolamento Ue 2016/1011 sugli “indici di riferimento” usati negli strumenti finanziari (si pensi al Libor o all'Euribor finiti in passato al centro di manipolazioni e distorsioni): le norme prevedono tra le altre cose l’obbligo per le banche «di valutare l'adeguatezza dei parametri utilizzati prima di concludere qualsiasi contratto finanziario (ad esempio i mutui) con un cliente e di avvisare la clientela in caso di inadeguatezza». Sul fronte della sicurezza anti-terrorismo la legge di delegazione Ue prevede anche il recepimento della direttiva sull’uso dei dati del codice di prenotazione (Pnr). I vettori aerei saranno obbligati a fornire alle autorità dei Paesi membri i dati Pnr per i voli in arrivo o in partenza dalla Ue. La direttiva consentirà il trasferimento dei dati anche dei voli intra-Ue, con la creazione presso il ministero dell'Interno di una Unità d'informazione sui passeggeri per gestire questo patrimonio informativo.

Loading...

I ristori su garanzie per rimborsi Iva nella legge Ue 2017
In consiglio dei ministri approda anche legge europea per il 2017.Con l’arrivo di un indennizzo ad hoc (pari allo 0,15% dell'importo garantito per ogni anno di durata della garanzia) per i contribuenti “a rischio” ancora obbligati a dotarsi di garanzie finanziarie per richiedere il rimborso Iva superiore a 30mila euro, nonché della norma che consente l'iscrizione dei cosiddetti “avvocati stabiliti” nell'albo speciale dei patrocinanti innanzi alle giurisdizioni superiori, se hanno esercitato la professione per almeno otto anni in uno o più Stati membri, con l’ulteriore requisito della proficua frequenza alla Scuola superiore dell’avvocatura. Non solo. Per dare piena attuazione della decisione quadro 2008/913/Gai (caso Eu Pilot 8184/15/Just, anticamera della messa in mora o dell'apertura di una procedura di infrazione) viene prevista la punibilità per chi minimizza, approva o giustifica la Shoah o i crimini di genocidio, i crimini contro l’umanità e i crimini di guerra. Si prevede, inoltre, l'introduzione della responsabilità amministrativa anche per le società e gli enti in relazione a tali fattispecie criminose e, in generale, ai reati di razzismo e xenofobia. Per quanto riguarda l’Iva l’indennizzo si potrà richiedere con le domande di rimborso legate alla dichiarazione annuale Iva dell'anno 2017 e dalle istanze di rimborso infrannuale relative al primo trimestre 2018.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti