maserati

Al via la rivoluzione hi-tech del Tridente

Verso il debutto della Mc20


default onloading pic
La Maserati Mc20 debutterà a settembre (e non a maggio causa emergenza Covid-19 con soluzioni tecniche innovative che anticipano il nuovo corso di Maserati

2' di lettura

In Maserati si lavora per il lanciodella Mc20, la supersportiva a due posti con motore centrale che sarà proposta in step successivi sia in versione coupé sia cabrio. Il debutto era previsto a maggio ma l’emergenza coranavirus ne ha imposto lo slittamento a settembre.

Pur essendo compatto e, per alcuni fattori come la monoscocca in fibra di carbonio, ispirato da concetti simili a quelli dell’Alfa Romeo 4C, il nuovo modello ha una grande importanza per la Maserati. Infatti, è il primo di una nuova era che poggia su investimenti rilevanti, sulla ridefinizione dello stabilimento di Modena adesso integrato anche da impianti per la verniciatura e la produzione dei motori, sinora affidata ai cugini della Ferrari. Ma non è tutto, perché la Maserati arriva nella dimensione 4.0 anche con l’Innovation Lab per la ricerca tecnologica, nel quale l’approccio digitale è fondamentale sia per lo sviluppo della guida autonoma di Livello 3 che sarà di serie su ogni futura Maserati sia per l’elettrificazione di massa della famiglia. Un processo che culminerà con le prossime generazioni della Granturismo e della Grancabrio che saranno full electric.

Non deve, però, sorprendere che la Mc20 che ha già fatto fugaci apparizioni in alcune località italiane abilmente camuffata per attirare gli sguardi debutti con un motore termico. Un’unità che appartiene a una nuova generazione di propulsori V6 sovralimentati, che sono però pronti a originare powertrain elettrificati. Quello che, successivamente, sarà calato dentro al cofano della Mc20, secondo rumor più che attendibili, sarà mild-hybrid perché l’architettura e le dimensioni della vettura non permettono di collocare batterie voluminose.

Al contrario, queste ultime troveranno adeguata sistemazione nella rinnovata famiglia della Ghibli che arriverà qualche mese dopo la Mc20 perché sarà la prima Maserati ibrida plug-in della storia. Molto facilmente lo stesso powertrain approderà anche sul suv ora battezzato Levantino, ovviamente perché più piccolo della Levante, che sarà prodotto a Cassino assieme all’Alfa Romeo Stelvio. Il suo debutto è previsto nel corso del 2021.

Invece, le future Granturismo e Grancabrio si vedranno nel 2022 e nasceranno a Mirafiori. Infatti, lo stabilimento torinese sta rinnovandosi profondamente per sostenere l’elettrificazione del gruppo Fca con il Battery Hub e per ospitare la produzione delle prime Maserati a emissioni zero.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...