ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAmbiente e Territorio

In scena il terzo Forum per lo sviluppo sostenibile in Lombardia

Quattro giorni dedicati a incontri istituzionali, seminari, workshop e dibattiti aperti al mondo di imprese, università, società civile ed enti territoriali

di Flavia Carletti

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Si è aperto mercoledì 19 ottobre il terzo Forum regionale per lo sviluppo sostenibile, una iniziativa promossa da Regione Lombardia e Sostenibilità in Lombardia. L'edizione 2022 si intitola “Lombardia motore della sostenibilità”. Si tratta della rassegna annuale che raccoglie la voce dei territori e della società lombarda sulla sostenibilità. Questa edizione permetterà di rendere conto degli sforzi compiuti durante la legislatura, di coinvolgere le molte realtà che contribuiscono a realizzare gli obiettivi di Agenda2030 sul territorio e di trarre ispirazione per l’attività e la visione dei prossimi anni, anche grazie al dialogo con figure istituzionali di alto profilo. Al coinvolgimento degli attori sociali ed economici si affiancherà quello dei diversi livelli di governo, la cui collaborazione è un fattore chiave nell’ottica dello sviluppo sostenibile, nonché dei soggetti pubblici e privati che partecipano alla governance del territorio. Il Forum si dipana lungo quattro giornate durante le quali sono previsti incontri istituzionali, seminari, workshop e dibattiti aperti al mondo di imprese, università, società civile, enti territoriali, nella convinzione che solo un vero e proprio "patto" sociale basato su obiettivi condivisi e partecipati possa dare la spinta alla transizione. Partecipano 120 relatori e i membri della Giunta regionale. «Lo sviluppo sostenibile è la strada imboccata con decisione da Regione Lombardia per il futuro. Questa terza edizione del Forum rappresenta un momento in cui Regione Lombardia vuole raccogliere la voce dei territori, delle imprese, della società civile e le esperienze dall'estero sulla sostenibilità. Un’occasione per mettere a fuoco un "modello lombardo" di sviluppo sostenibile ispirato a una sostenibilità equilibrata, che parta dal basso, che sia concreta e non ideologica», ha affermato l'assessore regionale all'Ambiente e clima Raffaele Cattaneo.

Il programma del Forum

La giornata di apertura del 19 ottobre è stata dedicata a giovani, scuola, università, enti di ricerca: un’occasione per favorire lo scambio di buone pratiche attraverso il dialogo tra studenti e imprese. La seconda giornata vede come filo conduttore le pratiche di sostenibilità adottate in alcune filiere chiave. Il sistema imprenditoriale lombardo ha già dato prova di una crescente sensibilità verso i temi dello sviluppo sostenibile: si confrontano le imprese appartenenti alla filiera delle costruzioni e ai settori manifatturiero e terziario, agroalimentare, del turismo moda e design. Si passa poi alla giornata dedicata alle istituzioni, che hanno il compito di guidare il cambiamento verso lo sviluppo sostenibile. Si confrontano figure istituzionali di primo piano a delineare questa visione ed esprimere il sentimento che la guida. L'evento finale è incentrato su come possa essere governata la transizione ecologica e quali modelli debbano ispirare chi governa.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti