auto da campionato

Al volante della C3. Sfida aperta nel Rally

Alla guida della Citroën C3 R5 di Luca Rossetti in gara per il titolo italiano

di Alfonso Rizzo


default onloading pic
La C3 R5 è spinta da un 1.6 cc capace di erogare quasi 300 cv

2' di lettura

MISANO ADRIATICO - Guidare un’auto da corsa è sempre emozionante, non foss’altro che per le prestazioni che queste vetture sono capaci di esprimere, ma è anche come indossare la tuta di qualcun altro. Sì perché si tratta pur sempre di esemplari unici realizzati appositamente per un campionato specifico, ma soprattutto per un pilota e soltanto per lui. Luca Rossetti, friulano classe ’76, si è cucito addosso la sua Citroën C3 R5 trascorrendo centinaia di ore prima dell’inizio del campionato a bordo della vettura e con i tecnici del Team Promo Sport Racing. Per questo ci siamo avvicinati alla Citroën C3 R5 in punta di piedi.

Appena infilati nella gabbia di rollbar dell’abitacolo, ci siamo trovati subito a nostro agio: bacino e spalle immobilizzate dal sedile avvolgente, leva del cambio a innesti frontali e del freno a mano a pochi centimetri dal volante e pedaliera in alluminio con un grande pedale del freno al centro e quello della frizione – piccolissimo – attaccato al passaruota. Dopo un giro di orientamento del “pistino” di Misano e una volta abituati a frenare col piede sinistro, cominciamo a spingere più decisi sull’acceleratore. Luca ci imposta la mappatura da gara dalla pulsantiera sul volante e ci dispensa consigli da navigatore per sfruttare al meglio la sua C3 sul breve tracciato romagnolo.

Le marce entrano senza usare la frizione: basta tirare la lunga leva per salire di rapporto e spingerla per scendere. Il sequenziale a cinque rapporti è veloce e la trazione integrale permanente con due autobloccanti scarica a terra tutti e 282 i cavalli del motore Citroën 1.598 cc turbo flangiato a 32 mm come da regolamento Fia. La pressione del turbo è tenuta sempre ben al di sotto dei limiti regolamentari, ma la spinta offerta dal 4 cilindri francese è consistente e costante su tutto l’arco dei regimi. Ciò che più impressiona è la precisione e la velocità con cui questa C3 R5 segue i comandi del guidatore. Le sospensioni McPherson con ammortizzatori regolabili a tre vie “copiano” perfettamente il terreno e assecondano la ricerca di grip degli pneumatici Pirelli. Appena il tempo di prenderci la mano che dobbiamo cedere il volante, ma che divertimento!.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...