PRIMO CONTATTO

Al volante della nuova Bmw Serie 3: ecco come va

di Massimo Mambretti


default onloading pic
Bmw Serie 320 D

3' di lettura

Faro (Portogallo) - È più filante, più larga e più grande della precedente, ma non è solo la corporatura che fa compiere un passo avanti alla Bmw Serie 3. I motivi che decretano questa situazione sono, in realtà, ben altri e spaziano dal design a tutto ciò che nasconde l'aspetto, compreso il notevole carico di tecnologie. Insomma, la settima generazione della Serie 3 è nuova da cima a fondo. La metamorfosi è formalmente tradita dall'aspetto autorevole e sportivo generato dall'ulteriore evoluzione dei canoni stilistici Bmw. Il risultato si traduce in un'auto che può essere definita come una mini-ammiraglia, grazie anche alla lunghezza di 4,71 metri. Nonostante ciò, a parità di versioni e allestimenti, la nuova edizione del best seller bavarese pesa 55 kg in meno della precedente. Il merito, essenzialmente, è da attribuire al fatto che come tutte le più recenti Bmw a trazione posteriore, o integrale xDrive, si sviluppa sull'architettura modulare Clar. Quest'ultima, tra l'altro, ha reso possibile ripartire equamente la massa sui due assali e ha portato in dote un consistente allargamento delle carreggiate: davanti addirittura di 4,3 cm e dietro di 2,1 cm.

L'indole hi-tech della nuova Serie 3 affiora a tutto spiano nell'abitacolo. In primo luogo per l'incremento della disponibilità di spazio trasversale e per chi siede dietro generato dall'allungamento del passo di 4,1 cm e, poi, per il design dell'arredamento. Quest'ultimo mette sott'occhio e a portata di mano di chi guida tutto ciò che deve consultare e azionare. Si può definire una concezione driver eco-system, completabile da avanzate tecnologie: strumentazione configurabile digitale da 12,2”, head up display avanzato e touchscreen centrale da 8,8” (a richiesta da 12,3”) del sistema d'infotainment.

Tanta intelligenza artificiale
Tra le novità rientra anche il sistema operativo Bmw 7.0 con l'assistente personale intelligente, ad attivazione vocale anche attraverso termini personalizzati, che permette alla serie 3 di sapere anche con chi ha a che fare. Il dialogo con il sistema e chiaro è sempre chiaro e stretto, tanto da propiziare una reattività veloce e precisa anche quando gli si dice che si è stanchi o stressati. In questi casi partono funzionalità defatiganti e rilassanti che impostano specifiche temperature, avviano brani musicali adeguati alla situazione e abbassano i vetri per arieggiare l'abitacolo.
Tuttavia, l'Ai imbarcata sulla nuova serie 3 non si limita a questi compiti. Infatti, tra le molte tecnologie imbarcabili dalla nuova Bmw ci sono l'upgrading dei sistemi di assistenza al guidatore e di sicurezza, nonché il sistema di telecamere trifocali. Quest'ultimo lavora con il radar anteriore per offrire una totale copertura di tutto ciò che avviene in marcia. E grazie anche a questo dispositivo la serie 3 in alcune aree della Cina, dove la legislazione lo consente, propone un sistema di guida autonoma di livello 3 anziché 2, che evita al driver di tenere le mani sul volante.

Bmw Serie 3, tutte le foto in strada

Bmw Serie 3, tutte le foto in strada

Photogallery36 foto

Visualizza

320d, spigliata e confortevole
Ovviamente, anche dinamicamente i punti di distacco tra la vecchia e la nuova serie 3 sono numerosi. Baricentro basso, carreggiate ampie e distribuzione della massa sono i pilastri su cui poggia la forma atletica di questa Bmw, ben ravvisabile anche dal posto guida della 320d spinta dal turbodiesel di 2 litri con 190 cv abbinato all'opzionale cambio automatico a 8 marce. Più che per le possibilità di espressione del motore, all'altezza della situazione sia quando si pretende l'elasticità sia quando lo si sollecita, la 320d convince perché si muove con estrema disinvoltura anche sui percorsi più tortuosi. Questa determinazione arriva a suscitare l'impressione di avere a che fare con un'auto più compatta e, persino, più leggera. Per questo motivo la guidabilità è sempre facile e istintiva. Ma se il temperamento imprime una guidabilità gradevole grazie anche alle prestazioni (240 km/h e 6”8 da 0-100) delle buone notizie arrivano pure dalle percorrenze dichiarate secondo la norma Wltp (oltre 22 chilometri con un litro) e dal comfort, davvero apprezzabile.

Famiglia in espansione
Oltre che con la versione provata, la serie 3 debutta anche con la 330i spinte da un'unità turbo di 2 litri turbo da 258 cv. Il listino della 320d parte da 40.550 euro, quello dell'analoga variante a trazione integrale da 45.550 euro e quello della serie 3 a benzina da 49.800 euro. Gli allestimenti previsti sono il Business Advantage, lo Sport, il Luxury e l'M Sport. In seguito arriveranno le turbodiesel 318d di 2 litri da 150 cv e 330d a 6 cilindri con 265 cv, nonché l'ideale anello di congiunzione fra le serie 3 “normali” e la prossima estrema M3: la performante M340i xDrive da 374 cv.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti