RESTYLING

Alfa Romeo Giulia e Stelvio si rinnovano, ecco come cambiano. Le abbiamo provate su strada

Novità importanti rendono Alfa Romeo Giulia e Stelvio più interessanti. Tecnologia, miglioramenti nella qualità dei materiali e una gamma motori completa. L’arrivo nel concessionari da inizio 2020

di Giulia Paganoni


Alfa Romeo Giulia e Stelvio Model Year 2020: ecco tutte le novità

4' di lettura

L'evoluzione della specie. Giulia e Stelvio, le punte di diamante di Alfa Romeo, si rinnovano con i Model Year 2020. Le innovazioni riguardano principalmente due aspetti: tecnologie di assistenza alla guida e di bordo e design. Siamo stati in Puglia per provarle.

Arrivano il touchscreen e il display digitale di serie
Ormai sono dei must, soprattutto se si parla di auto premium. E Giulia e Stelvio lo sono e infatti nelle versioni MY2020 sono state aggiornati gli interni, proprio a partire dalla parte tech. A cambiare è l'ergonomia con una nuova consolle centrale che accoglie più vani portaoggetti e l'ormai diffuso wireless charger.
Il quadro strumenti presenta un display da 7 pollici tra tachimetro e contagiri che mette in risalto le informazioni di bordo, comprese le funzioni rinnovate di assistenza alla guida sviluppate dai tecnici del colosso tedesco Bosch.
Ma non è finita: al centro della plancia (finalmente) arriva un display touch da 8,8 pollici con una grafica essenziale e intuitiva, per rendere più rapide e semplici le attività. Da questo si può accedere alla connettività Android Auto e Apple Car Play dall'allestimento Super.
Infine, un altro elemento sostanzialmente rinnovato per migliorare l'esperienza di guida è il volante. Questo, oltre ad essere ricoperto di nuovi materiali, ha in disegno nuovo presentando sulla razza sinistra i comandi per la gestione dei sistemi di assistenza alla guida.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio si rinnovano

Alfa Romeo Giulia e Stelvio si rinnovano

Photogallery18 foto

Visualizza

Sistemi di assistenza alla guida di livello 2 su 5 della scala Sae La tecnologia è ormai fondamentale per la sicurezza di bordo. E i sistemi di assistenza alla guida aiutano in questa direzione. Per questo Giulia e Stelvio MY2020 non potevano mancare delle nuove funzioni di aiuti alla guida di ultima generazione sviluppati da Bosch, leader in questo settore. Questi sono davvero numerosi i sistemi grazie ai quali i due modelli del Biscione hanno raggiunto il livello 2 di 5 della scala Sae, il massimo consentito dalla regolamentazione nazionale. Questi agiscono sul controllo longitudinale e laterale del veicolo. E ricordiamo, il mantenimento della corsia, il monitoraggio degli angoli ciechi posteriori, il sistema di regolazione della velocità con mantenimento della distanza di sicurezza (con riconoscimento dei segnali stradali per l'impostazione della velocità massima consentita) e il mantenimento della vettura al centro della corsia in condizioni di traffico o in autostrada. Infine, il sistema di monitoraggio della sonnolenza del conducente con avviso in caso di necessità.

Pacchetti per la connettività di bordo
Sono numerosi i pacchetti che Alfa Romeo mette a disposizione per la connettività di bordo e alcuni verranno aggiornati di altri servizi in un secondo momento. In primis da citare il My Assistant per la richiesta di soccorso che invia la posizione; il My Remote che tra gli altri comprende servizi che permettono di controllare il veicoli via smartphone (o smartwatch) e agire con alcune funzionalità, come apertura/chiusura porte; My Car consente di tenere sotto controllo lo stato del veicolo; My Theft Assistance che avvisa in caso di tentato furto; My Navigation per la ricerca della destinazione e include anche Send&Go, invio della destinazione sul navigatore da fonte smartphone; My Wi-Fi con hotsport fino otto dispositivi e Infine, per la gestione delle flotte, è stata pensata My Fleet Manager. Questi ultimi tre sono a pagamento.

Gamma motori: Giulia parte dal 2.2 turbodiesel da 136 cv
Sono tante le possibilità di personalizzazione di Giulia e tra queste anche il powertrain tutti abbinati allo Zf a otto rapporti. L'accesso è con il diesel 2.2 litri sovralimentato da 136 cv a trazione posteriore e cambio automatico. Dall'allestimento Super è disponibile il benzina 2 litri da 200 cv e il diesel da 160 cv a trazione posteriore. Con la versione Business è disponibile anche il diesel da 190 cv a trazione integrale. La più pepata, la Veloce, è disponibile con motori benzina da 280 cv e diesel da 210 a trazione integrale.

Stelvio: motorizzazione diesel e benzina
Anche per Stelvio la motorizzazione d'accesso è il 2.2 litri diesel da 160 cv con trazione posteriore. Nella versione Super, poi, è disponibile con il 190 cv a trazione integrale. Mentre per la Ti viene proposto il 2 litri benzina da 280 cv e il diesel da 190 e 210 cv. La Sprint dispone del benzina da 200 cv e diesel da 190, sia a trazione posteriore sia integrale. Infine, la Veloce, quest'ultima monta un benzina da 280 cv o un diesel da 210 cv.

I nuovi colori scintillanti made in Alfa Romeo
Una livrea scintillante colpisce ed emoziona. Per questo in casa Alfa Romeo hanno lavorato sulla gamma colori, proponendo: competizione, con riferimento alla tradizione sportiva del marchio con vernici in bianco trofeo e rosso competizione; le tinte metal includono le nuance verde visconti (una novità per Giulia), quattro tipologie di grigio, tre di blu e bianco lunare. La gamma solid si compone di bianco, rosso Alfa e nero (quest'ultimo esclusivo per Giulia). Infine, i colori Old Timer rappresentati dall'ocra Gt Junior e rosso 6C.

Nuova formula I-Link by Leasys per l'uso condiviso tra privatiCondividere l'auto con una community ristretta attraverso una chat attraverso su un'app dedicata. È questa la nuova frontiera a cui Alfa Romeo si affaccia. Infatti, attraverso il servizio I-Link di Leasys (srvizio aggiuntivo alle soluzioni di noleggio a lungo termine) è possibile condividere l'auto con amici e parenti fino a un massimo di dieci persone senza bisogno di scambiarsi le chiavi. Con l'accesso all'app è possibile geolocalizzare il veicolo, aprirlo, metterlo in moto e chiuderlo. Il prezzo di utilizzo viene calcolato in base al tempo; infatti, l'app calcola il rimborso che ogni membro della community deve riconoscere al player, ovvero colui che firma il contratto con Leasys.

L'arrivo presso i concessionari è previsto per inizio 2020.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...