made in italy

Alfa Romeo Giulia GTA, com’è fatta la supercar da 540 cavalli

Nata per festeggiare i 110° del Biscione, la nuova Alfa Romeo GTA doveva debuttare al Salone di Ginevra e dopo l'annullamento si presenta online

di Simonluca Pini

5' di lettura

Alfa Romeo Giulia GTA. Un nome capace di far battere il cuore a migliaia di appassionati, a conferma di come il marchio del Biscione abbia un ruolo centrale nel panorama automotive quando si mette il piacere di guida davanti a tutto. Ispirata alla leggendaria Giulia GTA del 1965, la Gran Turismo Alleggerita sviluppata da Autodelta, la nuova Alfa Romeo Giulia GTA 2020 era pronta ad essere presentata al Salone di Ginevra in abbinamento ad una lunga lista di novità partendo dalla motorizzazione 2.9 V6 Biturbo da 540 cavalli e dal rapporto peso potenza di 2.82 kg/cv che la rende il modello di riferimento della categoria. Le novità continuano con la nuova Alfa Romeo Giulia GTAm, versione estrema della GTA e caratterizzata dall'abitacolo a due posti, rollbar e cinture a sei i punti.

Nuova Alfa Romeo Giulia GTA
La nuova Alfa Romeo Giulia GTA rappresenta al 100% il Dna del Biscione, unendo uno stile unico a prestazioni da vera sportiva. Derivata dalla Giulia Quadrifoglio, la nuova GTA è stata progettata con l'obiettivo di migliorare l'aerodinamica e l'handling ma soprattutto concentrandosi sulla riduzione della massa seguendo la stessa filosofia realizzativa della Giulia GTA del 1965. La prima novità arriva dall'aerodinamica attiva, appositamente studiata per aumentare il carico aerodinamico e realizzata in sinergia con Sauber Engineering e all'utilizzo del Sauber AeroKit. Lo stesso compito è affidato alle minigonne laterali, allo spoiler posteriore specifico e allo splitter anteriore attivo. Completamente nuovo anche il sistema di scarico centrale Akrapovič in titanio integrato nel diffusore posteriore in fibra di carbonio e arrivano inediti cerchi da 20 pollici monodado, per la prima volta su una berlina. L'handling è stato migliorato attraverso l'allargamento di 50 mm delle carreggiate anteriori e posteriori e con lo sviluppo di un nuovo set di molle, ammortizzatori e boccole per i sistemi di sospensione. Sulla nuova Alfa Romeo Giulia GTAm, il fronte aerodinamico è stato estremizzato con l'utilizzo di uno splitter anteriore maggiorato e una vera e propria ala posteriore in carbonio, che garantiscono un aumento e un ottimale bilanciamento del carico ad alta velocità.

Loading...
Alfa Romeo GTA, la super car del Biscione con 540 cavalli

Alfa Romeo GTA, la super car del Biscione con 540 cavalli

Photogallery14 foto

Visualizza

Alfa Romeo Giulia GTA, motorizzazione e interni
Sotto il cofano della nuova Giulia GTA batte il motore Alfa Romeo 2.9 V6 Bi-Turbo realizzato interamente in alluminio e accreditato di 540 cavalli contro i 520 della Giulia Quadrifoglio. Salendo a bordo non mancano completamente in Alcantara sulla plancia, sui pannelli porta, sull'imperiale, sui montanti laterali e sul rivestimento centrale dei sedili. Sulla versione GTA, l'utilizzo dell'Alcantara è ancora più esteso dove l'eliminazione della panchetta posteriore lascia spazio ad una “vasca” interamente rivestita con sagomature specifiche destinate ad ospitare caschi ed estintore. Spiccano i nuovi inserti in carbonio e gli interni della GTAm si differenziano, oltre che per la presenza del rollbar, per l'assenza dei pannelli porta e dei sedili posteriori, anche per l'apertura porta con il nastro al posto della maniglia.

Nuova Alfa Romeo Giulia GTA, prestazioni
Meno 100 chilogrammi rispetto alla Giulia Quadrifoglio. La “dieta” della nuova Alfa Romeo GTA è stata possibile grazie all'adozione di materiali leggeri, come ad esempio la fibra di carbonio per l'albero di trasmissione, il cofano, il tetto, il paraurti anteriore, i passaruota anteriori e gli inserti passaruota posteriori, i sedili sportivi specifici con monoscocca in carbonio e cinture a 6 punti Sabelt per GTAm. L'alluminio ha contribuito alla riduzione di peso ed è presente nel motore, porte e sistemi di sospensione e materiali compositi diversi per molti altri componenti. Su GTAm spicca l'utilizzo del Lexan, resina appartenente alla famiglia dei policarbonati che proviene direttamente dal mondo del motorsport, per la finestratura laterale e posteriore, contribuisce ulteriormente all'alleggerimento. L'ago della bilancia si ferma 1.520 kg, che grazie all'aumento di potenza a 540 CV, portano il rapporto peso/potenza a, 2,82 kg/CV, rendendo Giulia GTA best in class e in grado di esprimere prestazioni straordinarie. L'accelerazione, grazie al sistema di Launch Control, da 0 a 100 km/h è coperta in soli 3,6 secondi. La Giulia GTAm prevede, a differenza della GTA, una configurazione a due posti, ma resta omologata per l'utilizzo stradale, con splitter anteriore e ala posteriore maggiorati in carbonio a vista, la massima espressione della sportività. Nell'allestimento GTA, a parità di potenza, Giulia offre quattro posti, senza roll-bar posteriore; spoiler e splitter ottimizzati per un uso quotidiano; pannelli porta, sedili e finestrini derivati dalla Giulia Quadrifoglio. Il risultato è una supercar da utilizzare tutti i giorni.

Alfa Romeo GTA, storia
L'acronimo GTA sta per “Gran Turismo Alleggerita” e nacque nel 1965 con la Giulia Sprint GTA, una versione specifica derivata dalla Sprint GT, allestita per l'omologazione sportiva e presentata al Salone di Amsterdam di quell'anno. La carrozzeria della Giulia Sprint GT venne sostituita con una identica in alluminio, per un peso totale di 745 kg contro i 950 kg della versione stradale. Una seconda modifica riguardò il propulsore bialbero da 1570 cm3 che nella configurazione stradale, con doppia accensione, raggiungeva la ragguardevole potenza di 115 CV. I tecnici dell'Autodelta, la squadra corse ufficiale di Alfa Romeo, la scelsero come vettura di riferimento per la categoria Turismo, e la elaborarono sino a una potenza massima di 170 CV. Il successo nelle competizioni fu immediato: tre “Challenge Europeo Marche” consecutivi, decine di campionati nazionali e centinaia di gare singole in ogni parte del mondo. E fu considerevole anche il ritorno di immagine sulla gamma: la Giulia Sprint GTA esprimeva infatti al meglio il claim “una vittoria al giorno con la macchina di tutti i giorni”. Da allora dunque la GTA entrò nell'immaginario collettivo come icona indiscussa della sportività del Biscione e la forza della sigla finì per spingere il pubblico a identificare con GTA le Alfa Romeo sportive in generale.

Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm, solo 500 esemplari
Alfa Romeo Giulia GTA e la sua variante estrema Giulia GTAm saranno costruite in una serie limitata da 500 unità complessive, numerate e certificate,. La stessa esclusività di Giulia GTA e Giulia GTAm caratterizzerà anche una customer experience dedicata e particolarmente esclusiva, pensata per far vivere ai 500 fortunati possessori un'esperienza unica, al 100% Alfa Romeo. Dopo le prenotazioni anticipate, ora ufficialmente aperte e che si chiuderanno tassativamente alla 500esima unità, il processo di vendita sarà one-to-one, con uno specialista di prodotto ambasciatore del Marchio che seguirà ciascun cliente dall'ordine alla consegna. Ma l'esperienza d'acquisto non si esaurisce con il processo di vendita dedicato. È previsto infatti un welcome kit personalizzato, che comprende un casco Bell in livrea speciale GTA, abbigliamento racing completo Alpinestars (tuta, guanti e scarpe) e un telo coprivettura Goodwool personalizzato, per proteggere la propria GTA o GTAm. Oltre ad altri equipaggiamenti da vero appassionato, la customer experience Alfa Romeo comprende anche un corso di guida specifico realizzato dall'Accademia di Guida Alfa Romeo.

Per approfondire:
Auto, tutte le novità di primavera marca per marca
Alcantara sale a bordo di Alfa Romeo Giulia Gta

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti