ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPrimo contatto

Alfa Romeo Tonale, come va e come è fatto il suv ibrido compatto

Abbiamo provato la versione Veloce con motore da 160 cavalli

di Mario Cianflone e Simonluca Pini

6' di lettura

Alfa Romeo Tonale è arrivata. Si è fatta attendere ma ne valeva la pena. Il primo suv compatto, C- Suv, del biscione è infatti un’auto piacevole da guidare, ben costruita, gradevole nella linea, pur con i limiti di una piattaforma non modernissima e di uno stile fin troppo conservatore. E anche se il regno delle emozioni forti non abita qui, la Tonale è una Alfa Romeo vera. Però è diversa e innovativa: non è una vettura per partenze fulminee, ma un elegante suv di taglia urbana, gradevole al volante e che guidatore e passeggeri sentono tagliato addosso. Sembra quasi che Alfa Romeo abbia sposato quella filosofia Mazda del Jinba Ittai, l’unione tra cavallo e cavaliere, dove più che la prestazione pura e l’adrenalina contano comfort, voglia di stare a bordo, poca sensibilità allo stress del traffico e dinamica di marchia agile (quasi sempre snella). Tonale è la prima ibrida di Alfa Romo e anticipa il futuro full electric del brand italiano di Stellantis. 

Alfa Romeo Tonale, dimensioni e piattaforma  

Basata sulla non giovane piattaforma Small Wide ex Fca, quella di Jeep Renegade e Compass (nonché Fiat Tipo e 500X), è stata fortemente depurata e aggiornata dagli ingeneri. In particolare, sono state introdotte soluzioni tecniche per “alfizzare” una base nata per vetture dal carattere non certo sportivo. Troviamo infatti soluzioni tecniche specifiche, sistema brake-by-wire per la frenata rigenerativa, il Dynamic Torque Vectoring e sospensioni elettroniche con geometria variabile, angoli caratteristici e rigidezza messi a punto per offrire handling da Alfa Romeo e da vettura creata per divertire al volante. Lo sterzo è diretto ma, nella nostra prova sulle strade tra Como e Varese, si è dimostrato agile e leggero. Alcuni alfisti duri e puri potrebbero storcere il naso, ma in realtà è stata fatta una scelta sensata nella taratura che porta a un compromesso ragionevole. Tonale, infatti, è destinata a ogni tipo di utente: dalla mamma in città, all’utilizzatore di una flotta, fino a chi vuole sportività ma senza eccessi. Insomma, a nostro parere, un bel lavoro. 

Loading...

La linea, gradevole, cela bene la parentela con jeep Renegade, Compass e Fiat 500X. Solo i più attenti notano un rapporto “dashboard-to-axle", cioè la distanza tra cruscotto e asse delle ruote anteriori, non molto proporzionato e dinamico o i duomi posteriori un po’ alti. Ma si tratta di dettagli un po’ maniacali. Le dimensioni la posizionano nel segmento dei C-Suv, come confermato dalla lunghezza di 4,53 metri, la larghezza di 1,84 e l'altezza di 1,60 metri.

Elevata qualità costruttiva  

Notevole l’esecuzione della verniciatura e gli accoppiamenti dei pannelli sono al top. L’auto è personale, bella da vedere e non è noiosa come molte concorrenti tedesche tristi e “laccatine”.  A bordo, poi, c’è una sorpresa. La qualità è, finalmente, molto alta (e qui c’è tutta la promessa dell’Alfa Romeo guidata da Jean-Philippe Imparato) e non parliamo solo di materiali belli (come l’Alcantara), ma di accoppiamenti senza sbavature tra pannelli, rumorini e debolezze negli incastri e sensazioni tattili. Insomma, a Pomigliano, dove la vettura è costruita, stanno lavorando bene. Del resto, il ceo Imparato lo ha detto chiaramente che il rilancio di Alfa deve partire da una qualità alta e senza critiche. E Tonale, si sa, è una "macchina o la va o la spacca": se non funziona sul mercato, il futuro del biscione è a rischio di estinzione.  

Alfa Romeo Tonale, motorizzazioni e allestimenti  

La gamma di Tonale è organizzata in modo semplice: quattro allestimenti e due motorizzazioni mild hybrid (in attesa della plug-in) che arriverà a ottobre. I livelli di trim sono Super, Sprint, Speciale, Ti e Veloce. I propulsori ibridi esibiscono un funzionamento con elettromotore nel cambio e batteria di grande capacità che li qualifica come una via di mezzo tra il Mild Hybrid e il Full Hybrid, quello stile Toyota per intenderci. Nel dettaglio ci sono due livelli di potenza: 130 e 160 cavalli generati da un’unità di 1,5 litri. Il primo step sfrutta powertrain analoghi a quelle di Jeep Renegade Hybrid e Compass ed è offerto su Super e Sprint, mentre il motore da 160 cavalli è disponibile su Ti e Veloce (che ha anche le palette al volante) ed è un’esclusiva di Alfa Romeo. Il quattro cilindri a benzina adotta infatti un turbo a geometria variabile e offre uno 0 - 100 km/h di 8,8 secondi e una velocità massima è di 210 km/h. Il 130 cavalli è invece meno scattante: a cento orari arriva in 9.9 secondi e tocca i 195. Il cambio per entrambi è automatico a doppia frizione con sette marce. All’interno integrato un motore elettrico 48V da 15 kW e 55 Nm in grado di fornire motricità alle ruote anche quando il propulsore a combustione interna è spento grazie alla batteria a ioni di litio con una potenza di 22 kW e una capacità di 0,8 kWh, più del doppio rispetto alle batterie comunemente impiegate sui sistemi ibridi leggeri a cinghia (BSG).  

Alfa Romeo Tonale, le foto dal vivo: ecco come è in strada

Alfa Romeo Tonale, le foto dal vivo: ecco come è in strada

Photogallery30 foto

Visualizza

Alfa Romeo Tonale, come va su strada  

Abbiamo provato la Veloce da 160 cavalli, con una sontuosa finitura in Alcantara. La posizione di guida è corretta: facile trovare la posizione di guida più comoda e si apprezza l'ergonomia. In plancia oltre al display touch dell'infotainment c'è una pratica "tastiera" di comandi fisici. E questo è un bene: basta con gli eccessi poco pratici del tutto touch. Tonale è, tuttavia una macchina digitale fortemente connessa. È la prima vettura con certificato NFC che aiuta a mantenere alto il valore residuo (parametro importante soprattutto per le flotte aziendali) in grado di memorizzare tutti gli eventi del ciclo di vita della vettura. 

Alfa Romeo Tonale, connettività  

Il nuovo suv di taglia compatta vanta un sistema di infotainment basato sul sistema operativo open source Android Automotive di Google. L'interfaccia utente pur palesemente “androidiana” mostra un certo grado di apprezzabile personalizzazione. L'assistente vocale è Alexa di Amazon: una scelta furba perché funziona bene ed è più integrato con la domotica e gli acquisti online rispetto a Google Assistant che poteva essere la scelta naturale vista la natura del software di base. Con Alexa si attivano funzioni vehicle to home e si può anche usare l'auto come se fosse un locker di Amazon per le consegne. Scelta promossa. Da bocciare senza appello, invece, il software di navigazione. Alfa Romeo, al pari di Maserati con Grecale, ha optato per TomTom anziché scegliere la naturale soluzione di navigazione per un sistema basato su Android: Google Maps. Beninteso, TomTom funziona ma non ha le prestazioni delle mappe di Big G, non è integrato con lo smartphone e con la vita digitale dell'utente e diventa così una inutile sovrastruttura software. Una scelta incomprensibile se non con la logica di contratti di fornitura da rivedere. Peccato perché il sistema ha un bel display da 10.25 pollici che ben si abbina al cluster strumenti che fonde classico e moderno con uno schermo Lcd da 12.3” incastonato nell'iconico cannocchiale Alfa Romeo. 

Alfa Romeo Tonale, concorrenti  

La nuova Alfa Romeo Tonale dovrà vedersela con concorrenti come Audi Q3 Sportback, Bmw X2, Cupra Formentor, Lexus Ux, Mazda Cx30, Mercedes GLA e Volvo Xc40. 

Prezzo e finanziamenti Alfa Romeo Tonale  

Il listino prezzi dell'Alfa Romeo Tonale parte da 35.500 euro per la versione 1.5 130 cavalli in allestimento Super, cifra che raggiunge i 38.000 euro per l'allestimento Sprint e 39.000 euro per la Speciale. Passando alla motorizzazione da 160 cavalli si parte da 42.300 euro per la Ti, 44.800 euro per la Veloce e 41.000 euro per la Speciale.

L’offerta riservata alla versione di lancio Edizione Speciale prevede la garanzia estesa fino a 5 anni e un acquisto rateizzato da FCA Bank per una rata di 299 euro al mese e la possibilità di scegliere alla scadenza tra tre classiche opzioni: sostituire l'auto con una nuova, tenerla pagando la rata finale o restituirla. Occorre un anticipo di 11.560 euro, 36 Rate da 299 euro (più le eventuali spese di riscossione) e il finanziamento ha un TAN del 5,45% e un TAEG 6,78%. La Rata Finale Residua è di 21.652,20 euro. Con la formula Noleggio Chiaro di Leasys si ottiene copertura RCA, assistenza stradale, manutenzione ordinaria e straordinaria, assicurazione furto, incendio e il servizio di infomobilità. Il canone mensile parte da 389 euro a cui si aggiunge un anticipo di 14.500 euro per complessivi 36 mesi e 30.000 km.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti