ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStellantis

Alfa Romeo, tutto quello che sappiamo sul B-Suv elettrico in arrivo nel 2024 (e non si chiamerà Brennero)

Dopo Tonale il brand del Biscione sta lavorando ad un modello più compatto parente stetto della Jeep Avenger e prodotto nella stessa fabbrica di Tychy in Polonia

di Corrado Canali

2' di lettura

Jean-Philippe Imparato, il ceo di Alfa Romeo ha di recente confermato alla stampa inglese l'arrivo del B-Suv elettrico in vendita all'inizio del 2024. Il nuovo modello andrà ad inserirsi nella gamma di Alfa Romeo al di sotto del Tonale e ha come obiettivo di mettere nel mirino modelli già affermati come la cugina Peugeot e-2008, ma anche la Mercedes EQA e BMW iX1. Il crossover darà anche il via all’ambizioso piano di Alfa per lanciare una nuova auto ogni anno da oggi al 2029.

Il B-Suv Alfa Romeo sarà di base elettrico ma anche termico

a propulsione elettrica naturalmente sarà al centro dell’offerta del nuovo suv di Alfa Romeo specialmente se si considerano i piani del brand di diventare un produttore di auto elettriche solo entro il 2027. Tuttavia, lo stesso eco Imparato ha più volte detto che l’auto sarà disponibile anche con un propulsore ibrido probabilmente basato sull’onnipresente motore a benzina PureTech a 3 cilindri di 1.200 cc mildi hybrid del gruppo Stellantis ma soltanto in alcuni mercati e col preciso obiettivo di offrire prezzo di acquisto di un livello molto più conveniente della variante elettrica.

Loading...

Le caratteristiche tecniche del nuovo B-Suv

Il crossover sarà basato sulla stessa architettura e-CMP, la stessa di Opel Corsa/Mokka elettrica, Peugeot 2008/208 e della nuova Jeep Avenger (anche se in questo caso è stata ribattezzata STLA Smal) e ne condividerà la batteria da 51 kWh e il motore elettrico da 155 cv. Le versioni di lancio saranno probabilmente a trazione anteriore, ma è molto probabile che il modello Alfa Romeo introdurrà anche una variante a quattro ruote motrici. Del resto la stessa Jeep ha anticipato un concept dell’Avenger 4×4 al Salone dell’automobile di Parigi il che significa che la tecnologia della trazione integrale permanente sarà non soltanto disponibile, ma anche compatibile con il telaio

Come si chiamerà il B-Suv Alfa Romeo?

Sull’argomento il ceo Jean-Philippe Imparato non ha ancora sciolto la riserva, ma ha lasciato intendere che sarà ispirato alla storia del brand del Biscione. Non si chiama dunque Brennero come indicato in passato. La strategia di denominazione sarà assolutamente focalizzata per un nome in italiano - su questo Imparato è stato più volte fermo: “Questo è importante, perché in contesto molto competitivo, dobbiamo presentarci convinti delle nostre intenzioni. Siamo l’Alfa Romeo e dunque siamo italiani. Ma sia anche sportivi. Il nome del nuovo B-Suv lo ribadirà”

La stessa strategia di lancio del Tonale

L’offerta semplificata prevista per il Tonale sarà adottata anche per il lancio del B-Suv. La strategia è stato progettato per adattarsi al nuovo modello di vendita online di Alfa, che sarà ulteriormente affinato nei prossimi due anni. ci saranno due motori, due livelli di allestimento, due pacchetti, cinque opzioni uguali per tutti i mercato.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti