ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTYcOOns

Alibaba, l’assenza del fondatore Jack Ma che da settimane non si vede in pubblico

Il tycoon finito nel mirino delle autorità finanziarie e antitrust non si è presentato al reality show Africa’s business heroes dove è giudice di gara

di Rita Fatiguso

Sparito Jack Ma, mistero sul fondatore di Alibaba

2' di lettura

Jack Ma sparito, caduto in disgrazia, in fuga per debiti? Le voci si rincorrono sui social relativamente alla scomparsa del fondatore di Alibaba, la più grande piattaforma di e-commerce al mondo con il quartier generale a Hangzhou. Da qualche settimana non è più apparso in pubblico. Jack Ma che in Cina viene studiato nelle università per le sue capacità manageriali, non si sarebbe presentato al reality show creato da lui stesso e di cui era giudice, Africa's business heroes, ufficialmente a causa della sua agenda troppo fitta di impegni.

Perdite in borsa

Il fondatore di Alibaba è tra gli uomini più ricchi della Cina e del mondo. Negli ultimi due mesi ha perso 12 miliardi di dollari, a causa anche del fallimento della doppia IPO a Shanghai e Hong Kong da 35 miliardi di dollari, un record assoluto, stoppata agli inizi di novembre dalle autorità cinesi che un giorno prima della quotazione lo convocarono per illustrargli la nuova legge sul microlending alla quale i big dell'online avrebbero dovuto allinearsi eliminando dalle piattaforme le attività bancarie.

Loading...

Jack Ma fu convocato dalle massime autorità finanziarie che gli rimproverarono di non aver vigilato abbastanza sulla commistione tra attività commerciali e finanziarie.

Alibaba si è mossa in anticipo per adeguarsi alle nuove regole, ma nei giorni scorsi sono arrivate anche le multe dell'Antitrust a pioggia, per aver utilizzato e organizzato impropriamente l'attività dei venditori. Non solo. Nel mirino è finita anche un’acquisizione realizzata senza rispettare le linee guida dell’antimonopolio.

In pensione anticipata

Che la sua stella fosse già in calo lo si era capito da almeno tre anni fa, quando inaspettatamente lasciò il timone dell'azienda, quotata anche a Wall Street, per andare in pensione rimanendo alla guida di Alibaba in una funzione più che altro rappresentativa.Disse che si sarebbe dedicato all’insegnamento, alla formazione.

Anche lì, dagli Usa, a dar fastidio ad Alibaba ci sono in arrivo le regole approvate con decreto esecutivo da un Donald Trump presidente in uscita che impongono alle aziende cinesi quotate di seguire i principi contabili e l'audit americani. Pena la cancellazione dai listini.

Insomma, una tempesta perfetta che potrebbe aver messo nell'angolo anche l'unico imprenditore privato la cui luce brillava almeno quanto quella del core leader Xi Jinping.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti