Semiconduttori

Alibaba tenta il blitz nella guerra dei chip: al decollo il microprocessore fatto in casa

Un nuovo chip progettato e prodotto dal colosso cinese dell’eCommerce mostra come la Cina stia correndo verso l’obiettivo dell’autonomia nel settore dei microprocessori

di Biagio Simonetta

La Cina sanziona Alibaba, multa antitrust da 2,8 miliardi

2' di lettura

La crisi globale dei semiconduttori sta definendo nuovi equilibri. Perché sembra ormai evidente che chi riuscirà per primo a saltar fuori da questo stagno, accumulerà un vantaggio notevole sui competitor. E allora fa molto rumore la notizia di un nuovo chip progettato e prodotto da Alibaba, il colosso cinese dell’eCommerce. Perché è un segnale eloquente di quanto la Cina stia correndo spedita verso l’obiettivo dell’autonomia nel settore dei microprocessori. Un valore per niente banale, di questi tempi.

Il nuovo chip progettato da Alibaba si chiama Yitian 710, e sarà il cuore pulsante di nuovi server chiamati Panjiu. È il terzo semiconduttore introdotto dal gigante dell’eCommerce dal 2019, dopo un chip di intelligenza artificiale e uno utilizzato per i dispositivi dell’Internet delle cose. Yitian 710 non sarà un prodotto consumer, né il colosso cinese lo venderà ad altre aziende. Sarà piuttosto l’arma sulla quale Alibaba punterà con decisione nella corsa al cloud globale, mercato in cui i competitor più importanti si chiamano Amazon, Google e Microsoft.

Loading...

«La personalizzazione dei chip dei nostri server fa parte delle nostre azioni mirate a potenziare le nostre capacità di elaborazione, con prestazioni migliori e una migliore efficienza energetica», ha detto Jeff Zhang, presidente di Alibaba Cloud Intelligence. «Abbiamo in programma di utilizzare i chip per supportare le attività attuali e future in tutto l’ecosistema del Gruppo Alibaba».

Del resto, con la pandemia che alimenta una domanda crescente di servizi in cloud, i giganti della tecnologia in tutto il mondo sono alla ricerca di semiconduttori sempre più potenti ed efficienti dal punto di vista energetico. Lo Yitian 710 progettato da Alibaba è uno dei più avanzati mai prodotti da un’azienda cinese, è basato su tecnologia a 5 nm, e segue la rotta indicata dai rivali come Amazon e Google nel sostituire gradualmente il silicio dei produttori di chip tradizionali come Intel e AMD con prodotti progettati su misura per i loro data center.

Ma al di là della componente tecnologica, questa mossa di Alibaba è un segnale di come lo sforzo della Cina di costruire un’industria dei semiconduttori nazionale stia dando i suoi frutti. Il governo di Xi Jinping sta facendo dell’autosufficienza tecnologica una delle priorità nazionali. In questa storia, però, c’è un particolare che rimane da chiarire. Attualmente la Cina dispone di capacità di produzione interna di semiconduttori abbastanza limitate. Ed è per questo che, probabilmente, Alibaba dovrà esternalizzare parte della produzione di Yitian 710. E sebbene la società non abbia fornito dettagli su eventuali partner, oggi solo il gigante taiwanese “Taiwan Semiconductor Manufacturing Co.” e Samsung Electronics sono in grado di produrre in serie chip a 5 nm.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti