la cordata

Alitalia, Atlantia valuta l’ingresso con una quota del 35-40%

di Marigia Mangano


default onloading pic

1' di lettura

Atlantia si prepara a entrare nella partita per il salvataggio di Alitalia. Il gruppo autostradale controllato dalla famiglia Benetton sta valutando di presentare una manifestazione di interesse per la quota di capitale mancante nella Newco Nuova Alitalia.

Si tratta di circa il 35-40% del capitale, corrispondente ad almeno 300 milioni. L’operazione, secondo quanto raccolto negli ambienti finanziari, è oggetto di valutazione in queste ore e porrebbe alcuni paletti. In particolare, si apprende, la partecipazione del gruppo autostradale e il versamento di un assegno di 300 milioni nella nuova società della compagnia di bandiera sarebbe condizionata alla presentazione di un piano industriale di rilancio serio e credibile.

Tanto più che per Atlantia, se l’operazione non dovesse subire rallentamenti improvvisi, si tratta del terzo intervento diretto nella tormentata storia di Alitalia: aveva già partecipato alle due ricapitalizzazioni avvenute nel corso del 2008 e successivamente con l’avvento di Etihad. Al momento nessuna decisione definitiva è stata presa, anche perché il dossier sarà esaminato giovedì, quando è in agenda il cda. Fonti vicine al gruppo autostradale fanno sapere che «il tema Alitalia non figura all’ordine del giorno, ma non si esclude che se ne parlerà».

LA VERSIONE COMPLETA DELL’ARTICOLO SUL SOLE IN EDICOLA

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...