ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùnuovo finanziamento

Alitalia, dal governo i 400 milioni del nuovo prestito. Lufthansa alla Camera il 7 gennaio

I ministri dell'Economia e dello Sviluppo economico hanno firmato il decreto ministeriale che eroga il finanziamento con urgenza per evitare che Alitalia debba interrompere l'attività per mancanza di liquidità

di Gianni Dragoni


Alitalia brucia 900mila euro al giorno

4' di lettura

Il governo inietta il nuovo prestito statale di 400 milioni di euro nelle casse di Alitalia. I ministri dell'Economia Roberto Gualtieri e dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli hanno firmato il decreto ministeriale che eroga il finanziamento con urgenza, in attuazione del decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri il 2 dicembre che prevede il nuovo aiuto pubblico. Il versamento avviene con un'anticipazione di tesoreria per ragioni di urgenza, per evitare che Alitalia debba interrompere l'attività per mancanza di liquidità.

L'istanza del commissario
Nel testo del decreto si legge che il nuovo commissario unico, Giuseppe Leogrande, ha presentato l'istanza per richiedere il pagamento dei soldi il 13 dicembre, cioè un solo giorno dopo la firma del decreto del ministro dello Sviluppo che lo ha nominato. Una fretta giustificata dall'urgenza.

Cassa esaurita
Alitalia ha esaurito la cassa. Anzi la cassa sarebbe negativa se non ci fossero gli anticipi per i biglietti già venduti per voli futuri, che sono un debito verso i clienti. Una voce su cui la gestione commissariale finora non ha fatto piena trasparenza. Si stima che gli anticipi in cassa siano tra i 200 e i 300 milioni. I 900 milioni di finanziamento pubblico già erogati durante il governo Gentiloni sono stati spesi, evaporati a causa delle perdite, eccetto i 103 milioni di deposito in garanzia presso la Iata.

Il decreto del Mise su Alitalia

Visualizza

Quest'anno Alitalia perderà circa 600 milioni, secondo stime.

Dal commissariamento versati aiuti per 1,45 miliardi
Considerando il precedente finanziamento e gli interessi maturati fino al 31 maggio scorso, pari a 145 milioni (dal primo giugno non sono più dovuti), con gli ulteriori 400 milioni i soldi pubblici versati nelle casse di Alitalia da quando è stata commissariata ammontanto a circa 1,45 miliardi. Sul nuovo prestito è previsto un tasso d'interesse di quasi il 10% annuo.

Conto corrente a banca Intesa Sanpaolo
Il finanziamento viene versato su un conto corrente bancario aperto da Alitalia presso Intesa Sanpaolo. Il testo del decreto interministeriale, che ha la data del 21 dicembre, è stato inviato ieri dagli uffici Mise all'ufficio controllo atti della Corte dei Conti e alla Ragioneria generale dello Stato «per il seguito di competenza».

Leogrande: «Rischio di interruzione dell'attività» di Alitalia
Nelle premesse del decreto si legge che «al fine di scongiurare il rischio di interruzione dell'attività operativa» di Alitalia «è stata richiesta, nei tempi il più possibile contenuti, la concessione del finanziamento e la sua integrale erogazione».

Cigs per 1.020 addetti
Ieri al ministero del Lavoro è stata raggiunta l'intesa tra la compagnia e i sindacati per la proroga della cassa integrazione straordinaria per i dipendentidi Alitalia. La cigs che scade il prossimo 31 dicembre verrà quindi estesa fino al 23 marzo 2020, a rotazione con possibilità di arrivare a zero ore, per un totale 1.020 persone, di cui 70 comandanti, 310 assistenti di volo e 640 addetti di terra. Il numero è di poco inferiore a quello dei dipendenti interessati dalla procedura in corso, che scade a fine anno (1.075).

Piloti e assistenti di volo non firmano
L'accordo è stato firmato dai confederali e Ugl Trasporti. Non hanno firmato i si ndacati professionali dei piloti (Anpac) e assistenti di volo (Anpav), che hanno espresso riserve sul contenuto dell'accordo. Anapc e Anpav giudicano eccessivo il numero dei lavoratori sospesi e rilevano che ci potrebbero essere irregolarità nelle “modalità di erogazione e fruizione” delle giornate di cigs ai naviganti (piloti e assistenti di volo).

I confederali
«Abbiamo firmato un accordo di cassa integrazione valido fino al 23 marzo 2020 riducendo i numeri deilavoratori in cassa a 1.020, dando stabilità al lavoro in Alitalia per i prossimi mesi, e permettendo il recupero di lavoratori attualmente fuori dal ciclo produttivo, ora siamo in attesa di incontrare il commissario Leogrande per capire come intende valorizzare l'azienda e portare a compimento il processo di nascita della nuova compagnia che per noi deve essere nel senso della crescita e dello sviluppo», ha affermato il segretario nazionale della Filt Cgil, Fabrizio Cuscito. «L'accordo di oggi rappresenta semplicemente la proroga della cigs per crisi grandi imprese già vigente dal maggio 2017 e non ha alcuna attinenza al futuro piano industriale di Alitalia, per il quale invece il confronto con il governo e con il nuovo commissario deve ancora essere avviato», è il commento del segretario nazionale della Uiltrasporti, Ivan Viglietti.

Il 7 gennaio alla Camera audizione di Lufthansa
La commissione Trasporti della Camera, che esamina il decreto legge salva-Alitalia che assegna i 400 milioni, ha fissato l'audizione di Lufthansa alla ripresa dei lavori, il 7 gennaio alle ore 13.45. Lufthansa si è proposta con insistenza al nuovo governo Pd-M5S per rilevare Alitalia, ma chiede che prima venga fatta una pesante ristrutturazione, fino a 5-6.000 esuberi. Subito dopo Lufthansa ci sarà l'audizione del nuovo commissario Leogrande.

Per approfondire
24+ Ilva, Alitalia, Popolare Bari: il conto per lo Stato sale a 5,9 miliardi
24+ Parla la commissaria Vestager: «Sugli aiuti ad Alitalia rischio di una nuova indagine Ue»

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Gianni DragoniCaporedattore, inviato

    Luogo: Roma

    Lingue parlate: italiano, inglese, francese

    Argomenti: economia, finanza, industria aerospazio, difesa, industria ferroviaria, trasporto aereo, grandi aziende pubbliche, privatizzazioni, bilanci società di calcio, stipendi manager, governance società quotate, conflitti d'interesse

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...