Biztravel Forum a milano

Alitalia, Gubitosi: 2017 si chiuderà con segno piu' per ricavi

di Vittorio Nuti


default onloading pic

2' di lettura

Nel 12017, anche grazie ad un incremento dei voli estivi, Alitalia «riuscirà a chiudere con una crescita dei ricavi di circa l'1-1,5% in linea con l'espansione del paese». Alla quindicesima edizione di Biztravel Forum, in corso a Fiera Milano, il commissario straordinario della nostra ex compagnia di bandiera Luigi Gubitosi usa toni ottimistici, e dopo il -6%, -6%, e -5% registrato nei tre anni precedenti rivendica il buon risultato ottenuto «nonostante alcuni mesi difficili tra maggio e giugno». Le maggiori soddisfazioni, spiega, sono arrivate «soprattutto sul lungo raggio», mentre i voli domestici hanno confermato qualche sofferenza. Le cose dovrebbero migliorare nell'estate 2018, quando Alitalia conta su una crescita del 6% dei voli effettuati «con lo stesso numero di aerei grazie a una maggiore produttività».

«Chiunque investe in Alitalia investe nell'Italia»
Gubitosi ha poi rassicurato la platea milanese sulla solidità finanziaria di Alitalia, che grazie al decreto fiscale all'esame del Senato da qualche settimana può contare sull'aumento da 600 a 900 milioni di euro del prestito ponte concesso dallo Stato. Dote che permette di affrontare con serenità l'allungamento dei tempi previsti per la vendita della compagnia, dopo lo slittamento del termine ultimo per la cessione dal 5 novembre al 30 aprile 2018. A ieri, ha spiegato Gubitosi, Alitalia aveva in cassa «849,6 milioni di euro» dei 900 milioni di euro concessi dal Governo. Poi, parlando delle trattative per la cessione «con più di un paio di soggetti», Gubitosi ha ricordato che «chiunque voglia investire in Alitalia investe in Italia, un paese con grande attività in termini di traffico e movimento».

Cessione, nessuna fretta: «Abbiamo lusso di scegliere offerta migliore»
Nessuna fretta invece di chiudere le trattative, «perché avere la possibilità di essere solidi, stabili e forti ci permette di non chiudere in fretta, il che non vuol dire che non chiuderemo il prima possibile. Abbiamo il lusso di poter scegliere l'offerta migliore», ha concluso. Il quadro dei ricavi e della produttività illustrati al Forum annuale su mobility e turismo anticipa in qualche modo i dati che Gubitosi, insieme agli altri due commissari straordinari di Alitalia, Enrico Laghi e Stefano Paleari, porterà domani alla Camera in audizione davanti alle commissioni riunite Trasporti, Attività produttive e Lavoro sui risultati della gestione commissariale tra giugno e settembre.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...