trasporto aereo

Alitalia, O’Leary: «Compriamo solo se avremo maggioranza»

(ANSA)

2' di lettura

«Acquisteremo Alitalia solo se possiamo avere la maggioranza». Lo ha detto l'amministratore delegato di Ryanair, Michael O'Leary, nel corso di una conferenza stampa a Roma, dichiarando che Etihad «è già fuori gioco».

O’Leary: la compagnia deve sopravvivere
«Noi vogliamo che Alitalia sopravviva, non vogliamo che sparisca dal mercato
lasciando solo Lufthansa ed Air France», ha precisato il numero uno di Ryanair, ma «la compagnia deve prendere delle decisioni difficili che ha per lungo tempo
rimandato». A margine del convegno Ecac/Ue dialogue il ministro dei trasporti e delle infrastrutture Graziano Delrio ha confidato: «Credo che Alitalia abbia un futuro. I commissari esamineranno tutte le proposte e valuteranno quella più utile secondo parametri di utilità per il Paese, i lavoratori e i servizi.»

Loading...

La condizione della ristrutturazione all’interno della compagnia
Intanto la compagnia irlandese studia il fascicolo. O’Leary ha ricordato che «Ryanair ha presentato una manifestazione di interesse per Alitalia e sarebbe interessata all'acquisto se i commissari si impegneranno a fare importanti cambiamenti e ristrutturazione all'interno della compagnia, in caso contrario - ha aggiunto - non saremo interessati». Il vettore irlandese low cost è uno dei pretendenti che fino al 21 luglio avranno accesso alla “data room”, così da avere le informazioni per mettere a punto la propria proposta per la compagnia italiana.

L’ad di Ryanair: è un’opportunità ma non dobbiamo comprarla
L’ad della compagnia ha poi spiegato che «Alitalia rappresenta una opportunità, ma non dobbiamo necessariamente comprarla», ha chiarito il manager. «Tutto dipenderà dal lavoro che faranno i commissari», ha continuato, perché «nessuno è interessato ad acquistare una compagnia che perde soldi. È una sfida per i commissari, se non riusciranno a fermare le perdite non saremo interessati a prenderla». L'ad di Ryanair ha spiegato che «saremmo felici di collaborare con i commissari per aiutarli ad implementare il genere di cambiamenti che noi crediamo possano assicurare il futuro di Alitalia». O'Leary ha ribadito che resta aperta l'offerta di feederaggio anche se Ryanair non dovesse investire in Alitalia. «Non siamo interessati a comprare eventuali slot», ha aggiunto.

Traffico in crescita del 12% ma gli scali romani frenano
O’Leary ha detto che «quest’anno il traffico di Ryanair in Italia crescerà di oltre il 12%, passando da 32 a 36 milioni di clienti». La compagnia invece rallenta sugli aeroporti romani: nessuna crescita di passeggeri è prevista per quest’anno su Ciampino, mentre su Fiumicino O’Leary registra un calo. O’Leary ha parlato di «record di prenotazioni per la programmazione dell’estate 207» e di nuovi collegamenti da Roma a Lourdes, Norimberga, Praga e Sofia. Ryanair lancia da Roma tariffe a partire da 9,99 euro per viaggiare a luglio, disponibili fino alla mezzanotte di giovedì 29 giugno sul sito della compagnia aerea.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti