protesta nazionale

Alitalia, sciopero del trasporto aereo: disagi contenuti

(LaPresse)

2' di lettura

Disagi contenuti al momento negli scali italiani nella giornata di scioperi che coinvolgono il settore del trasporto aereo e in particolare Alitalia. Una prima protesta di 24 ore proclamata da Anpac, Anpav, dall'Usb e Cub Trasporti è già in corso da mezzanotte di ieri e riguarda il personale di volo Alitalia: nell'agitazione rispettate le fasce di garanzia per chi parte, tra le 7 e le 10, e tra le 18 e le 21. La protesta è entrata nel vivo dalle 14, con l’avvio dell’astensione dal lavoro di 4 ore, oltre a tutto il personale Alitalia, anche del personale di terra e delle compagnie aeree straniere Ryanair, EasyJet e Meridiana, indetta da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Ta.

Usb: risultati molto positivi nel trasporto aereo
Soddisfatta per i primi dati sull’adesione alla protesta da parte del personale Alitalia e delle altre compagnie l’Usb, che in una nota diffusa a inizio pomeriggio parla di «primi risultati moolto positivi». Evidentemente, si legge nel comunicato, «le motivazioni per astenersi dal lavoro sono considerate dai lavoratori giuste ed opportuno in una fase in cui l'intero settore sta vivendo tagli occupazionali e condizioni sempre peggiori a fronte di un aumento consistente del traffico e dei passeggeri trasportati negli aeroporti italiani».

Loading...

A Fiumicino il corteo dei precari Alitalia
Questa mattina, circa 200 lavoratori, più che altro precari Alitalia, dopo essersi riuniti in presidio davanti al terminal 1 partenze dell'aeroporto di Fiumicino con bandiere sindacali della Usb e Cub Trasporti e striscioni recanti la scritta: “La nazionalizzazione è l'unica soluzione”, hanno dato vita ad un corteo che ha sfilato davanti ai terminal del Leonardo da Vinci sotto il controllo delle Forze
dell'ordine.

Divietri (Anpac): Alitalia in sciopero perchè manca serio piano industriale
«Lo sciopero Alitalia di oggi sostanzialmente è stato proclamato perché di fatto non esiste un Piano Industriale solido ed il progetto su cui stanno lavorando, per quello che noi conosciamo, è fallimentare», ha spiegato il segretario generale dell'Associazione nazionale piloti aviazione commerciale (Anpac), Antonio Divietri, parlando dei motivi dell'agitazione di oggi. Per il sindacato piloti «l’unica solozione è quella di separare Alitalia, con una società di volo ed una società di servizi, che rispondano autonomamente al benchmark di mercato».

Luciano (Cisl): sistema trasporto aereo al collasso
Per il segretario confederale della Cisl, Giovanni Luciano, responsabile del dipartimento servizi e terziario, gli scioperi del trasporto aereo e di alitalia in programma oggi «sono il frutto della deregolamentazione selvaggia che ha generato piu' danni che vantaggi per l'industria del trasporto aereo». Le agitazioni infatti «non riguardano solo la nostra compagnia di bandiera, ma anche il personale di terra ed altre compagnie aeree straniere: è l'intero sistema del trasporto aereo che oggi è al collasso», conclude il sindacalista.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti