Emergenza Covid

Alitalia, via libera Ue a ristori per 24,7 milioni

L'importo approvato da Bruxelles inferiore alla richiesta italiana di 55 milioni

2' di lettura

«La Commissione Ue ha approvato un aiuto di 24,7 milioni di euro stanziato dall'Italia per compensare Alitalia per gli ulteriori danni subiti a causa della pandemia di coronavirus». Così l'Antitrust Ue in una nota. «La misura approvata oggi consente all'Italia di compensare ulteriormente i danni diretti subiti da Alitalia tra novembre e dicembre 2020 a causa delle restrizioni» del coronavirus, ha detto la commissaria alla concorrenza, Margrethe Vestager. Per la Ue la misura è proporzionata, e dopo l'analisi dei danni rotta per rotta ha rilevato che «il risarcimento non va oltre lo stretto necessario» per compensarli. Il decreto ristori dell'Italia prevedeva un aiuto di 55 miioni di euro.

Ministri: una newco solida e indipendente

Creazione di «un vettore solido, sostenibile e indipendente» che possa iniziare ad operare al più presto «nel segno della discontinuità». È questo l’obiettivo ribadito nel colloquio odierno in videoconferenza sulla questione Alitalia tra la Vicepresidente della Commissione europea e Commissaria alla Concorrenza Margrethe Vestager e i ministri dell'Economia e delle Finanze, Daniele Franco, dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti e delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini. I Ministri e la Commissaria hanno concordato di «aggiornarsi nei prossimi giorni» alla luce di ulteriori approfondimenti tecnici.

Loading...

Dialogo con Ue positivo ma soluzione lontana

L’intensificarsi delle discussioni sul dossier di Alitalia tra la Commissione Ue e il nuovo governo è positivo, perché mostra la volontà da parte di tutti di trovare soluzioni, ma il percorso è lungo e c'è ancora tanto da fare prima di arrivare a una soluzione che garantisca una vera discontinuità economica per la newco Ita. Lo riferiscono a Bruxelles fonti vicine al dossier. Il trasferimento degli asset tramite gara pubblica non è una condizione di per sé essenziale per dimostrare la discontinuità ma, spiegano le fonti, senza una gara servono elementi che dimostrino che Ita sia una società completamente nuova e indipendente.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti