Trasporti

Alitalia, i voli a lungo raggio non ripartono. Niente Buenos Aires e Tokyo, resta solo Roma-New York

A causa dello scarso traffico la compagnia ha ridimensionato il programma previsto da settembre. Cancellato il Roma-Boston, non riprende il Malpensa-New York

di Gianni Dragoni

default onloading pic
(ANSA )

A causa dello scarso traffico la compagnia ha ridimensionato il programma previsto da settembre. Cancellato il Roma-Boston, non riprende il Malpensa-New York


2' di lettura

Più cancellazioni che nuovi voli. Il programma di ampliamento di attività che Alitalia aveva annunciato per settembre è stato cancellato. A causa dello scarso traffico la compagnia ha ridimensionato soprattutto i voli intercontinentali. Ora c’è solo il volo diretto Roma Fiumicino-New York, sei volte la settimana. Non sono partiti gli altri collegamenti intercontinentali che erano stati preannunciati dall’inizio di settembre. L’attuale assetto dovrebbe durare almeno fino a novembre.

Niente voli per Argentina e Giappone

Alitalia non ha fatto partire i collegamenti diretti Fiumicino-Buenos Aires (avrebbero dovuto essere 4 frequenze la settimana) e Fiumicino-Tokyo Haneda (4 frequenze la settimana), contrariamente a quanto aveva annunciato in un comunicato il 28 luglio. La situazione internazionale del traffico aereo è peggiorata rispetto a luglio, soprattutto per la scarsa fiducia dei passeggeri per il coronavirus e per le connesse restrizioni per motivi sanitari.

Cancellato la tratta per Boston, ridimensionata New York

A causa del basso traffico è stato cancellato il volo diretto Fiumicino-Boston che era cominciato prima delle vacanze. E non è partito il volo Malpensa-New York che era previsto per l’inizio di questo mese (sei frequenze la settimana). L’unico volo diretto di lungo raggio è il Roma-New York Jfk, fatto con un Airbus 330, era stato portato a sette frequenze la settimana (cioè un volo al giorno in entrambe le direzioni). Ma anche su questa tratta il traffico è insoddisfacente, dall’11 settembre verrà cancellata una frequenza e ci saranno sei voli la settimana in entrambe le direzioni.

Annullata la ripresa dei voli per Israele e Algeria

Non sono ripresi neppure i voli preannunciati da settembre da Fiumicino per Tel Aviv e Algeri. La compagnia non vola in Medio Oriente, mentre in Nord Africa rimangono i collegamenti solo da Roma per Tunisi e Il Cairo.

Dove atterra Alitalia in Europa

Nei voli nazionali è ripreso il collegamento Roma-Verona, mentre prosegue tra gli altri il Milano Linate-Roma Fiumicino. Le altre destinazioni estere servite da Alitalia sono Parigi, Bruxelles, Londra e Amsterdam sia da Fiumicino sia da Linate; altre destinazioni sono servite solo da Fiumicino: Francoforte, Monaco di Baviera, Ginevra, Zurigo, Nizza, Marsiglia, Madrid, Malaga, Barcellona, Atene, Tirana. Non sono stati pubblicati dati sul coefficiente di riempimento dei voli, il «load factor». «Inluglio il load factor medio è stato il 63%, in agosto il 57%», ha detto Fabio Lazzerini, direttore commerciale di Alitalia e amministratore delegato designato della futura Newco pubblica, nell’audizione alla commissione Trasporti della Camera il 10 settembre.

Voli inferiori al 40% dell’operativo pre-Covid

La ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, nell’audizione alla commissione Trasporti della Camera il 9 settembre ha detto che i voli di Alitalia sono aumentati negli ultimi mesi rispetto al taglio subìto nei mesi di picco del Coronavirus: 2.909 in giugno, 5.992 in luglio, 7.619 in agosto. Ma si può stimare che il livello attuale sia inferiore al 40% dell’operativo pre-Covi 19.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti