il match dell’italrugby a roma

All Blacks, la sfida impossibile per chiudere il novembre azzurro

di Giacomo Bagnasco

(REUTERS)

3' di lettura

L’Italrugby cambia poco o niente, gli All Blacks fanno un turnover robusto. Due modi diversi di affrontare l'ultimo test match internazionale di novembre - domani a Roma - ma un pronostico solo, tutto colorato di nero.

Per gli Azzurri, che in questo mese hanno comunque centrato il loro obiettivo primario battendo la Georgia, Sperandio all’ala prende il posto dell'infortunato Bellini, cosicché l'unico cambio per scelta tecnica avviene in panchina: Canna fa un ulteriore passo indietro e cede il posto a Padovani. Ai nostri si può chiedere di giocare con rigore, fisico e spirito di sacrificio. Esercitando fino a quando sarà possibile quella pressione difensiva che, se ben portata, dà fastidio a qualsiasi squadra. Insomma: facciamo bene le cose fondamentali, non commettiamo errori evitabili, non aiutiamo questi avversari stellari provando ad adeguarci al loro ritmo. Indipendentemente dall'esito della partita, per cui la logica ci preclude qualsiasi possibilità, un buon comportamento in campo sarebbe molto utile come prologo a un 2019 che tra Sei Nazioni e Coppa del Mondo si annuncia di grande importanza.

Loading...

E i neozelandesi dei tre fratelli Barrett? Un po' ridimensionati dalla sconfitta subita in Irlanda, devono tentare di chiudere al meglio la loro stagione. Hanno fatto davvero il giro del mondo negli ultimi tre mesi e la stanchezza può avere un peso anche per loro. Lasciano fuori dai 23 diversi titolari (come il mediano di mischia Smith e il secondo centro Goodhue) e altri (per esempio Retallick e la fenomenale ala Ioane) partiranno dalla panchina. Ma la freschezza e la voglia di alcuni dei giocatori meno impegnati finora, insieme al loro valore comunque indiscutibile, potrebbero diventare addirittura un'arma in più.

Di fronte agli uomini che mantengono da nove anni consecutivi il primo posto nel ranking mondiale l’Italia riparte dalla 14ª posizione. Aveva salito un gradino superando la Georgia e ora lo ha nuovamente disceso a causa dell'”avanzata” degli Usa, che si sono imposti nettamente in Romania. Per gli americani arriva adesso un impegno proibitivo in casa dell’Irlanda, mentre - tornando al ranking - i risultati di partite come Galles-Sudafrica, Inghilterra-Australia e Scozia-Argentina potrebbero provocare qualche spostamento.

COSÌ IN CAMPO (domani, ore 15, Stadio Olimpico, diretta tv su Dazn)

ITALIA: Hayward; Benvenuti, Campagnaro, Castello, Sperandio; Allan, Tebaldi; Steyn, Polledri, Negri; Budd, Zanni; Ferrari, Ghiraldini (cap.), Lovotti. A disposizione: Bigi, Traore', Pasquali, Fuser, Meyer, Palazzani, Morisi, Padovani. Ct Conor O' Shea

NUOVA ZELANDA: McKenzie; J. Barrett, Lienert-Brown, Laumape, Naholo; B. Barrett, Perenara; Read (cap.), Savea, Fifita; S. Barrett, Tuipolotu; Laulala, Coles, Tuungafasi. A disposizione: Harris, Tu'inukuafe, Ta'avao, Retallick, Papalii, Tahuriorangi, Mo'ounga, Ioane. Ct Steve Hansen
Arbitro: Andrew Brace (Irlanda)

I TEST MATCH AUTUNNALI

27 ottobre: Nuova Zelanda-Australia 37-20 (giocata a Yokohama, Giappone)
3 novembre: Giappone-Nuova Zelanda 31-69; Galles-Scozia 21-10; Inghilterra-Sudafrica 12-11; Irlanda-ITALIA 54-7 (giocata a Chicago)
10 novembre: ITALIA-Georgia 28-17; Scozia-Figi 54-17; Inghilterra-Nuova Zelanda 15-16; Galles-Australia 9-6; Irlanda-Argentina 28-17; Francia-Sudafrica 26-29
17 novembre: ITALIA-Australia 7-26; Galles-Tonga 74-24; Inghilterra-Giappone 35-15; Scozia-Sudafrica 20-26; Irlanda-Nuova Zelanda 16-9; Francia-Argentina 28-13; Romania-Usa 5-31
24 novembre: ITALIA-Nuova Zelanda; Scozia-Argentina; Inghilterra-Australia; Galles-Sudafrica; Irlanda-Stati Uniti; Francia-Figi

IL RANKING MONDIALE
1. Nuova Zelanda; 2. Irlanda; 3. Galles; 4. Inghilterra; 5. Sudafrica; 6. Australia; 7. Scozia; 8. Francia; 9. Argentina; 10. Figi; 11. Giappone; 12. Tonga; 13. Usa; 14. ITALIA; 15. Georgia; 16. Samoa; 17. Romania; 18. Uruguay; 19. Russia; 20. Spagna

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti