Famiglie e studenti

All’estero 500 alunni nell’anno del Covid

di V.M.

1' di lettura

Sono stati oltre 500 i ragazzi che nell’anno scolastico in corso, nonostante il Covid, hanno scelto di studiare all’estero con Intercultura, associazione no profit che organizza scambi scolastici internazionali: perlopiù in Paesi europei, ma anche in mete più lontane, come il Nord e il Sud America.

E per il prossimo anno scolastico si stanno preparando 1.600 studenti di 16 e 17 anni: dopo aver superato il concorso di Intercultura, a cui si sono iscritti oltre 5mila giovani, hanno iniziato il percorso di formazione e partiranno da fine giugno in avanti, in base all’inizio dell’anno scolastico nei Paesi di destinazione e all’apertura delle frontiere. Il 70% degli studenti in partenza può contare su una borsa di studio e oltre la metà ha scelto di trascorrere all’estero tutto l’anno scolastico. Le mete coprono i cinque continenti: se la maggior parte (il 49%) dei partecipanti al programma di Intercultura si sposterà in un altro Paese europeo, il 20% andrà in America Latina, il 18% in Nord America, l’11% in Asia e il 2% in Oceania e Africa.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati