il caso

Alla commissione Lavoro la senatrice Deledda, guarita dopo 243 giorni di malattia con la candidatura nel M5S

di Redazione Roma

La senatrice del M5S Vittoria Bogo Deledda

2' di lettura

Duecentoquarantatre giorni in malattia e poi la guarigione dopo la candidatura nelle file del M5S come senatrice. Torna alla ribalta il caso della senatrice Cinque stelle Vittoria Bogo Deledda, dirigente del settore servizi sociali del comune sardo di Budoni, guarita in occasione delle elezioni del 4 marzo dopo otto mesi di malattia per stress da lavoro. Un servizio delle Iene segnalò la lunga assenza dal lavoro della parlamentare sarda. La diagnosi: burnout, sindrome strettamente correlata allo stress. Rientrata il 2 febbraio aveva partecipato a due mesi di campagna elettorale e, dopo comizi e incontri elettorali, era stata eletta il 4 marzo senatrice della Repubblica nelle file del Movimento Cinque Stelle con 103.823 voti, sbaragliando il candidato del centrodestra Antonio Moro (80.117 voti) e quello del centrosinistra Gianfranco Ganau (47.844 voti).

Il post del sindaco di Salvemini
Il nuovo capitolo della vicenda arriva con un post su Facebook. Il sindaco pentastellato di Assemini, Mario Puddu, che è anche portavoce del movimento nell’isola, ha reso noto su Facebook che la senatrice Vittoria Bogo Deledda farà parte della commissione Lavoro di Palazzo Madama. Risulta infatti nell’elenco degli incarichi assegnati ai 16 parlamentari della squadra sarda di eletti nelle file del M5S.

Loading...

La replica su Facebook della parlamentare
Filippo Roma delle Iene aveva chiesto conto alla senatrice della sua guarigione dopo la candidatura. «Tutto questo per aver lavorato troppo, non poco!», si difese la senatrice il 9 aprile, postando su Facebook anche l’audio di una telefonata con la iena Filippo Roma. «Basterebbe vedere le mie agende degli appuntamenti socio assistenziali di 25 anni. Tutto questo perché chi avrebbe dovuto non ha voluto verificare le fonti per dare informazioni veritiere e complete, come la corposa cartella Inail con fitta relazione e ben 60 allegati!».

L’interrogazione parlamentare
Sul caso Bogo Deledda, il deputato del Partito democratico Michele Anzaldi ha chiesto all'Inps di valutare un'ispezione e ha presentato un'interrogazione ai ministri Madia, Poletti, Lorenzin. «Per rispetto degli elettori sarebbe stato giusto un segnale, ma dopo 10 giorni solo silenzio», ha scritto su twitter.

Consultazioni Casellati: dopo il primo round ancora stallo e veti incrociati


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti