FORMAZIONE & INNOVAZIONE

Alla summer school del Mast i ragazzi costruiscono oggetti smart in 3D

di Ilaria Vesentini


default onloading pic

1' di lettura

Sono aperte fino al 5 giugno le iscrizioni alla Summer school sull’Industry 4.0 della Fondazione Mast di Bologna: 50 studenti del 3° e 4° anno delle superiori avranno la possibilità di fare una settimana di full immersion su “3D printing and smart objects”, dal 2 al 9 luglio prossimo, nel centro polifunzionale (la Manifattura di arti, sperimentazione e tecnologia) creato dall’imprenditrice-filantropa Isabella Seragnoli a ridosso del suo gruppo industriale, Coesia, colosso del packaging e delle nuove tecnologie digitali e additive.

È la seconda edizione del progetto lanciato dalla Fondazione bolognese assieme all’Ufficio scolastico regionale, all’Alma Mater, all’Università di Pisa (centro Piaggio), a BeamIT, Coesia, Dallara Automobili e Zerynth, «un’esperienza unica in Italia - spiegano gli organizzatori - perché i ragazzi costruiscono con le proprie mani oggetti intelligenti, sensori, attuatori e li stampano direttamente in 3D entrando da protagonisti e non da spettatori nel mondo della fabbrica 4.0».

Il programma (disponibile sul sito academy.mast.org/summerschool) prevede sia lezioni in aula sia pratica in laboratorio tra robotica, prototipazione rapida, smart objects con il supporto di tecnici delle imprese leader nell’innovazione coinvolte nel progetto e di docenti degli atenei di Bologna e Pisa. Sono disponibili 15 borse di studio totali e 20 parziali che saranno assegnate dalla Fondazione Mast in base al merito e alla motivazione dei partecipanti, che potranno pernottare in una residenza in convenzione.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...