settimana anti contraffazione

Allarme contraffazione: per i falsi made in Italy un giro d’affari da 5,2 miliardi

L’Ocse stima che il danno per le imprese manifatturiere sia di 1,3 miliardi l’anno per mancate vendite mentre i consumatori pagano ingiustamente 1,4 miliardi

di Marta Casadei

(Ansa)

1' di lettura

Maxi sequestro della GdF a Napoli di 12.400 articoli contraffatti

Cinque miliardi e duecento milioni di euro: a tanto ammonta il giro d’affari dei falsi made in Italy. Capi di abbigliamento, scarpe, borse e accessori che tra bancarelle, negozi e siti finiscono ogni anno nelle mani dei consumatori, a volte nemmeno consapevoli. E causano alle aziende del Tessile-moda-accessori un danno notevole: 1,3 miliardi per mancate vendite. L’impatto su chi compra, spendendo soldi “invano”, non è meno pesante: 1,4 miliardi,

I dati, diffusi dall’Ocse, sono stati condivisi da Confindustria Moda al convegno “L'impatto della contraffazione sul settore moda: le esigenze del mondo delle imprese e la risposta delle istituzioni”, realizzato proprio in occasione della quinta edizione della Settimana Anticontraffazione organizzata dal ministero dello Sviluppo economico.

Loading...

«Il fenomeno della contraffazione è una vera piaga per il nostro settore e un danno per il tessuto economico di tutto il Paese - ha detto Cirillo Marcolin, presidente di Confindustria moda -. In questi anni si sono fatti importanti passi avanti nella lotta a questo problema, ma ancora molto rimane da fare. Il danno della violazione dei diritti di proprietà intellettuale troppo spesso non viene percepito come un reato: è importante sensibilizzare l’opinione pubblica a riguardo, per questo come Confindustria Moda lanciamo lo slogan La lotta alla contraffazione parte anche da te!».

Negli anni la lotta ai “falsi made in Italy” ha accelerato molto: dai 26 milioni di articoli sequestrati nel 2016 agli oltre 52 nel 2018. Oltre un quarto dei prodotti sequestrati (25.4%) riguarda articoli del settore abbigliamento, ma il maggior numero dei falsi (34.2%) sono gli accessori. Seguono, calzature (16%), gioielleria (7,3%) e occhiali (3,3%).


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti