«prospettive negative»

Allarme debito: l’agenzia Dagong taglia il rating degli Usa da A- a BBB+

(Afp)

2' di lettura

L’agenzia cinese Dagong ha deciso di tagliare il rating sovrano degli Stati Uniti da A- a BBB+ (con prospettiva negativa), citando una crescente dipendenza dal debito nella più grande economia del mondo. Secondo l’agenzia cinese la crescente dipendenza da una modalità di sviluppo economico basata sul debito continuerà a erodere la solvibilità del governo federale degli Stati Uniti.

Nel mese di dicembre, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato un pacchetto di tagli fiscali che aggiungeranno 1,4 trilioni di dollari nell'arco di un decennio al debito nazionale, che ammonta già a 20 trilioni di dollari. «Carenze nell'attuale ecologia politica statunitense rendono difficile l'amministrazione efficiente del governo federale, facendo sì che lo sviluppo economico nazionale deraglierà dalla strada giusta», ha detto Dagong.
«Riduzioni fiscali massicce riducono direttamente le fonti di rimborso del debito del governo federale».

Loading...

Le agenzie di rating internazionali Fitch e Moody's danno invece agli Stati Uniti i loro migliori rating AAA. S&P ha collocato gli Stati Uniti al livello leggermente inferiore di AA+ dal 2011.

Nel mese di dicembre, il governo degli Stati Uniti ha registrato un deficit di 23 miliardi di dollari, cosa che ha portato il disavanzo per l’anno fiscale fino ad oggi a 225 miliardi di dollari, contro un divario di 210 miliardi di dollari dell'anno precedente. Il governo dovrà alzare frequentemente il tetto del debito, ha sostenuto Dagong. «La solvibilità virtuale del governo federale è probabilmente destinata a diventare il detonatore della prossima crisi finanziaria», ha dichiarato la società cinese di rating.

La settimana scorsa, Bloomberg ha riferito che i funzionari cinesi che rivedono le vaste riserve di valuta estera del paese avevano raccomandato di rallentare o fermare gli acquisti di obbligazioni del Tesoro degli Stati Uniti, in parte perché quel mercato sta diventando meno attraente per loro. Le autoritàdi Pechino avevano poi respinto la relazione, confermando gli acquisti. Per Dagong, però, il riconoscimento da parte del mercato dell’inversione del valore dei titoli del Tesoro Usa e del dollaro sarà una «forza potente che distruggerà la fragile catena del debito del governo federale».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti