in collaborazione con Technogym

Allenarsi in aeroporto, il Marconi di Bologna apre il fitness lounge

Primo centro di benessere in attesa del volo - Circa 7 00 metri quadrati, con oltre 30 attrezzature tra le più innovative al mondo

di Ilaria Vesentini


Allenarsi in aeroporto

2' di lettura

È la prima palestra in Europa dentro a un aeroporto e a inaugurarla è stato

il Marconi di Bologna, in collaborazione con Technogym, il gruppo romagnolo leader mondiale nelle tecnologie per il fitness. Una partnership, quella che ha dato forma al BLQ Fitness Lounge, che non è solo un benefit per la comunità aeroportuale – ovvero i ipendenti di tutte le società che operano all'interno dello scalo, oltre a quelli diretti del gestore aeroportuale - ma un servizio aggiuntivo per i viaggiatori top del Marconi Lounge.

Bologna, dal 7 marzo aeroporto e stazione collegati in 7 minuti

Design e ai dettagli architettonici

Il Wellness Center si trova al secondo piano del terminal passeggeri, con vista sulla pista di volo, e si sviluppa su di una superficie di 700 metri quadrati, con oltre 30 attrezzature tra le più innovative del gruppo cesenate, oltre a sala corsi e spogliatori, con una grande attenzione a design e ai dettagli architettonici..
Oltre ad essere una novità per il settore aeroportuale, la palestra aziendale conferma l’importanza di un trend in forte crescita: il wellness sul posto di lavoro. «Bologna non è oggi un hub aeroportuale eppure questa palestra è il segno che possiamo ambire a questo ruolo. Gli scali aeroportuali sono cittadelle dove si passa il tempo divertendosi, mangiando, facendo shopping e ora anche tenendosi in forma», afferma Enrico Postacchini, presidente del Marconi, ottavo aeroporto italiano per numero di passeggeri, 9 milioni nel 2019, di cui i tre quarti su voli internazionali.
La nuova palestra, sviluppata in collaborazione con Technogym, si inserisce nell'ambito di un ampio programma di welfare che Aeroporto di Bologna offre ai propri dipendenti e che comprende la mensa con ristorante interaziendale biologico, il check-up annuale della salute, lo sportello psicologico. E risponde all'esigenza di praticare attività sportive che oltre il 35% dei viaggiatori business richiede durante le trasferte. «Questo centro fitness è un esempio di responsabilità sociale di impresa e di investimento sostenibile da parte dell’Aeroporto di Bologna – commenta il patron di Technogym, Nerio Alessandri – perché crea una destination unica e contribuisce a ridurre l'assenteismo e i costi per la salute dei propri collaboratori, offrendo nel contempo ai clienti un servizio altamente innovativo».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...