decisione senza precedenti

Allerta terrorismo in Kashmir, evacuati 20mila turisti e pellegrini

È la prima volta che una misura simile viene adottata: sino alla settimana scorsa il governo indiano aveva assicurato che l'area, una montagna sacra a 140 chilometri da Srinagar, la capitale estiva dello stato, era sotto controllo

1' di lettura

Circa 20mila persone, tra turisti e pellegrini, sono stati evacuati nelle ultime rore dalla zona sacra del monte Amarnath, in Kashmir a causa di un'allerta sicurezza. L'area, a maggioranza musulmana, è al centro di un contesa tra India e Pakistan iniziata nel 1947. La decisione senza precedenti è stata presa dal governo locale sulla base di informazioni di intelligence relative a una possibile minaccia da parte di terroristi pakistani che potrebbero avere come bersaglio proprio i pellegrini. Le persone evacuate sono state fatte confluire nella capitale Srinagar grazie a decine di autobus speciali. Da lì poi ripartiranno verso destinazioni più sicure.

È la prima volta che una misura simile viene adottata: sino alla settimana scorsa il governo indiano aveva assicurato che la zon, una montagna sacra a 140 chilometri da Srinagar, la città principale del Kashmir e capitale estiva dello stato, era sotto controllo. Sul posto è già presente un massiccio contingente di rinforzi, circa 40mila militari, per vigilare sullo svolgimento del pellegrinaggio, che per 46 giorni fa confluire sul monte Amarnath fedeli hindu da tutta l'India. Finora i partecipanti sono stati circa 340mila.

Loading...

GUARDA IL VIDEO: India compie "attacco preventivo" contro terroristi nel Kashmir

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti