Assicurazioni

Allianz accantona 3,7 miliardi per cause su fondi Usa

I rischi connessi a Structured Alpha Funds costringono il gruppo assicurativo bavarese a correre ai ripari. L’utile netto si ridurrà di 2,8 miliardi

: “Allianz da sempre impegnata nel sostegno della parità di genere, lo dimostra il premio Solesin”

2' di lettura

Allianz ha annunciato in una nota l’accantonamento di 3,7 miliardi di euro in relazione ai rischi connessi ai fondi statunitensi Structured Alpha Funds del suo asset manager Allianz Global Investors. L’accantonamento, spiega una nota, impatterà sui risultati 2021, il cui utile netto si ridurrà di 2,8 miliardi. I fondi serviranno a chiudere i contenziosi avviati da numerosi investitori nei fondi, sulle cui perdite miliardarie, seguite allo scoppio della pandemia di coronavirus, hanno aperto un’indagine anche le autorità americane. «In relazione ai procedimenti giudiziari e governativi negli Usa connessi agli Structured Alpha Funds, Allianz prevede a breve delle transazioni con i principali investitori in quei fondi», si legge.

«In vista degli stessi e alla luce delle attuali discussioni con le autorità governative statunitensi, Allianz ha deciso di registrare un accantonamento di 3,7 miliardi di euro nei suoi risultati finanziari 2021. Queste provvisioni ridurranno l’utile netto del 2021 di 2,8 miliardi di euro». All’inizio del 2020, a ridosso dello scoppio della pandemia, gli Structured Alpha Funds avevano registrato forti perdite, in taluni casi anche superiori all’80%, scatenando le ire dei molti sottoscrittori - tra cui alcuni fondi pensione americani - che avevano chiamato in giudizio Allianz e spinto Sec, Doj e anche la Bafin, la Consob tedesca, ad indagare sulla vicenda. I danni chiesti ad Allianz dagli investitori, che rimproveravano all’asset manager tedesco di non aver predisposto le attese protezioni contro i crolli del mercato, hanno superato i 6 miliardi di dollari.

Loading...

Le transazioni che verranno firmate «sono un passo importante per la soluzione di numerosi procedimenti», sottolinea Allianz. «Le discussioni con i restanti ricorrenti, il Dipartimento di Giustizia Usa e la Sec e la tempistica e la natura di qualsivoglia risoluzione di questi problemi non è certa. Per questa ragione, a oggi, l’impatto finanziario totale della vicenda Structured Alpha non può essere stimato in modo certo e Allianz si attende di incorrere in costi ulteriori prima che la questione sia risolta definitivamente». Nella nota Allianz comunica che nel 2021 ha aumentato del 24,6% a 13.4 miliardi i profitti operativi mentre l’utile di pertinenza degli azionisti è sceso del 2,9% a 6,6 miliardi, con un indice di solvibilità Solvency II ratio che ha raggiunto il 209%. Allianz proporrà un dividendo di 10,8 euro ad azione dopo i 9,6 euro dello scorso anno e ha annunciato oggi un nuovo programma di buy-back per il 2022 fino a 1 miliardo di euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti