ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrimestrali Usa

Alphabet delude, Microsoft batte le attese e cresce con il cloud

Ansie per il settore tech, che aveva già registrato lo shock di Netflix.Titoli in calo nel dopo mercato

di Marco Valsania

Stretta Ue sulle Big-Tech, stop ai contenuti illegali

2' di lettura

Alphabet delude nel primo trimestre dell'anno. I profitti netti del gruppo che controlla Google sono stati di 16,4 miliardi, in calo e pari a 24,62 dollari per azione contro i 25,91 dollari previsti. Il giro d'affari è stato di 68,01 miliardi, in rialzo del 23% ma inferiore ai 68,11 miliardi attesi. Il titolo ha ceduto il 4% nel dopo mercato.

Microsoft ha invece battuto le previsioni nel suo terzo trimestre fiscale, con 49,4 miliardi di fatturato, in rialzo del 18%, contro 49,05 miliardi attesi. I profitti sono stati di 16,74 miliardi, dai 15,46 miliardi l’anno prima, pari a utili per azione di 2,2 dollari anziché i 2,19 dollari ipotizzati. Il titolo ha ugualmente perso il 3% nel dopo mercato, segno delle incertezze oggi sulle valutazioni e performance del settore tech. Il segmento cloud ha continuato a crescere per l’azienda.

Loading...

Alphabet e la pubblicità online

Il titolo di Alphabet, sotto pressione come molte marchi tech dopo le impennate passate e durante la pandemia, è in calo del 18% da inizio anno. Uno dei suoi gioielli, la controllata YouTube nei social media e condivisione di video, era attesa a un incremento delle entrate pubblicitarie del 23% a 7,4 miliardi. Ha messo a segno solo 6,87 miliardi, un rialzo sotto le attese. La società e in particolare il suo motore di ricerca Google sono meno impattati da recenti restrizioni sulle inserzioni mirate introdotte da Apple, perché non usano app per tecnologie mobili. Ma hanno ugualmente registrato frenate.

Microsoft e il cloud

Microsoft, il cui titolo è sceso del 19% da inizio anno, ha contato in anni recenti anzitutto sulla marcia dei suoi servizi cloud per potenziare il business. La divisione Intelligent Cloud che comprende anzitutto Azure è lievitata negli ultimi tre mesi del 26% a 19,05 miliardi di fatturato. La sola Azure e servizi connessi era attesa in particolare ad un aumento del 45% ed è cresciuta del 46 per cento. Microsoft è anche impegnata nell'acquisizione del colosso dei videogiochi ActivisionBlizzard per 68,7 miliardi, ma di recente le autorità federali di regolamentazione della Ftc hanno chiesto ulteriori informazioni prima di approvare il deal. L'operazione dovrebbe essere completata il 30 giugno.

La difficile stagione di Big Tech

La stagione delle trimestrali per le grandi del tech e di internet appare più difficile che in passato. Una cocente delusione è arrivata dal primo trimestre 2022 di Netflix, il leader dello streaming: ha riportato il primo calo di abbonati e soprattutto previsto una flessione di due milioni di utenti paganti nel secondo trimestre in corso. Il titolo ha ceduto oltre un terzo del suo valore in Borsa in risposta ed è in ribasso del 66% da inizio anno.

Mercoledì sera sarà la volta dei conti di Meta, di recente a sua volta sotto pressione sulla raccolta pubblicitaria, e giovedì di Twitter, che all'indomani dell'annunciata acquisizione da parte di Elon Musk per 44 miliardi darà solo i numeri e non farà conference call. Nella serata di giovedì 28 aprile usciranno inoltre le performance dei colossi Apple e Amazon. Ad oggi gli utili delle aziende nell'S&P 500 relativi al periodo gennaio-marzo, secondo FactSet, stanno marciando ad un passo di crescita del 6,6%, con l'8,2% nell'information technology. Il 6,6% sarebbe la marcia più lenta dall'ultimo trimestre del 2020.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti