in agenda

Alta cucina per tutti: Taste Milano trasforma la città in capitale degli chef

di Federico De Cesare Viola

2' di lettura

Ce n’è per tutti i gusti: dalla pizza al temaki di anguilla, dagli spaghetti tiepidi con mazzancolle e ricci di mare alla pluma di maialino con tamarindo, piselli e rafano. E per tutte le tasche: dal biglietto standard (18 euro) a quello deluxe per due (190 euro), che comprende anche ostriche, una generosa card precaricata e un tavolo riservato nell’area vip.

Sono tanti gli chef, stellati e non, che parteciperanno alla nona edizione di Taste of Milano, in programma dal 10 al 13 maggio al The Mall di Porta Nuova, per incontrare il pubblico di appassionati e far assaggiare loro ben 60 portate: Andrea Berton del Ristorante Berton, Stefano Cerveni della Terrazza Triennale, Roberto Conti del Ristorante Trussardi alla Scala, Francesco Germani del Balthazar Saint Moritz, Keisuke Koga e Guglielmo Paolucci di Gong, Nobuya Niimori di Sushi B, Denis Pedron e Domenico Soranno di Langosteria, Giuseppe Postorino del Da Noi In, Andrea Provenzani del Liberty, Claudio Sadler del Ristorante Sadler e Luca Seveso e Giuseppe Rossetti di Maio Restaurant.

Loading...
Torna Taste of Milano e la città diventa capitale degli chef

Torna Taste of Milano e la città diventa capitale degli chef

Photogallery15 foto

Visualizza

Ogni chef ha ideato un piccolo percorso di 4 portate, summa della sua filosofia, più un piatto “speciale” che può rappresentare una dichiarazione d’amore per la cucina della nonna oppure un tributo a un grande maestro.

A ingrossare le file dell’evento saranno anche gli altri cuochi e i pizzaioli, tra cui Iside de Cesare e Francesco Vitiello, che dialogheranno e sperimenteranno nuovi abbinamenti nello spazio dei “Maestri in Cucina Ferrarelle”. Attenzione anche alla cultura del bere miscelato con Diageo e la World Class Academy, un palcoscenico per cocktail d’autore dove scoprire tecniche e tendenze della miscelazione, e a quella del vino di qualità, con una selezione di 50 etichette tra nomi blasonati ed emergenti, curata dall’Enoteca Trimani.

Maccheroncini di pastra fresca con caponata e sardoni affumicati. Chef Claudio Sadler.

Tra le novità della manifestazione ce ne sono due che sicuramente coinvolgeranno il pubblico milanese: nella Taste Arena i partecipanti, divisi in team, si possono sfidare a suon di piatti della tradizione, dalla cotoletta ai mondeghili, in round da 30 minuti con la supervisione di uno degli chef di Taste. E chi ama fotografare il cibo potrà migliorare la propria tecnica – sia con smartphone sia con macchina professionale – grazie ai mini corsi organizzati in collaborazione con Foorban, official food delivery.

Taste of Milano è anche kids-friendly: i più piccoli possono avvicinarsi al cibo di qualità e “mettere le mani in pasta” nell'area dedicata, sotto l'occhio attento di esperti, mentre i genitori possono continuare senza scrupoli a gironzolare per gli stand e ad assaggiare i tanti piatti degli chef, come i maccheroncini di pasta fresca all’alga spirulina con caponata e sardoni affumicati al pan prezzemolo di Claudio Sadler o le orecchiette con crema di fave, crostacei e frutti di mare di Denis Pedron e Domenico Sorano.

www.tasteofmilano.it

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti