Tokyo 2020

Sciabola maschile a squadre, l’Italia conquista l’argento

Delusione per la Quadarella e il 4 di coppia affondato da un incidente mentre era al comando. Miressi in finale nei 100 sl. Per Irma Testa semifinale (e bronzo sicuro) nella boxe

dal nostro inviato a Tokyo Marco Bellinazzo

Il tifo non ha eta': nonna di 89 anni tra le cheerleader senior di Tokyo

4' di lettura

Per l’Italia una mattinata convincente, anche se scarseggia ancora l’oro. Nel giorno in cui la Divina Federica Pellegrini (con un settimo posto nella finale) chiude la sua ventennale carriera olimpica, Federico Burdisso è medaglia di bronzo nei 200 delfino. Terzo gradino del podio anche per il 4 senza di canottaggio, mentre un clamoroso incidente con l’equipaggio che quasi finisce in acqua annienta sul più bello le ambizioni d’oro del quattro di coppia.

Nuoto

L’eroe di giornata è Federico Burdisso, nei 200 delfino, nella finale in cui l’ungherese Milak ha battuto anche il record olimpico della specialità che apparteneva a Micheal Phelps. «Negli ultimi tempi ho avvertito molto stress: questa gara non volevo neanche farla. Ma ora sono molto contento – dichiara Burdisso nel dopogara -. Devo ancora realizzare bene, è stata un’Olimpiade po’ strana, faccio un po’ fatica ad accorgermi di quello che mi accade attorno. Il secondo posto era alla mia portata, comunque mi accontento del terzo posto».

Loading...

Bella prova per Alessandro Miressi che ha centrato la qualificazione alla finale dei 100 stile libero delle Olimpiadi di Tokyo 2020, con il terzo tempo (47’’52). Out invece l’altro italiano Thomas Ceccon, che chiude con il 12esimo tempo, evidentemente stanco dopo gli sforzi degli ultimi giorni tra dorso, stile e staffette. Solo quinta la campionessa europea Simona Quadarella nella finale dei 1500 stile vinti dall’americana Katie Ledecky. Identico risultato per la staffetta 4x200 sl uomini che ha ceduto nella parte conclusiva della gara dopo essere stata a lungo nelle prime posizioni. Il quartetto azzurro - Stefano Ballo, Matteo Ciampi, Filippo Megli e Stefano Di Cola - ha chiuso alle spalle di Gran Bretagna (oro), Russia (argento) e Australia (bronzo).


Canottaggio contro la sfortuna

Che non sia una giornata fortunata per i remi azzurri si capisce fin dall’alba quanto arriva la pessima notizia della positività al Covid di Bruno Rosetti componente di punta del 4 senza. In extremis viene mandato in barca Marco Di Costanzo. Gli azzurri hanno cominciato a ritmo sostenuto la gara nel bacino di Sea Forest Waterway, poi quando è uscita l’Australia sono rimasti dietro ma negli ultimi cinquecento metri hanno avviato la rimonta in corsia 5: nelle vogate finali, dalla 4 la Gran Bretagna ha invaso lo spazio degli azzurri rischiando quasi lo speronamento e probabilmente rallentando il ritmo dell’equipaggio a caccia del secondo posto. Vibrate le proteste dei quattro canottieri azzurri a fine gara con i rivali britannici. Ma per M atteo Castaldo, Matteo Lodo, Marco Di Costanzo e Giuseppe Vicino, è solo bronzo.

Nel 4 di coppia maschile un’Italia favorita della vigilia e che nelle prima parte di gare dava la netta sensazione di poter vincere incappa in un clamoroso incidente da cui l’equipaggio (Giacomo Gentili, Andrea Panizza, Luca Rambaldi e Simone Venier) non è riuscito a riprendersi finendo mestamente la gara dietro a Olanda, Gran Bretagna, Australia e Polonia.

Olimpiadi Tokyo 2020: la sesta giornata

Olimpiadi Tokyo 2020: la sesta giornata

Photogallery20 foto

Visualizza

Pugilato

Grande soddisfazione per Irma Testa che ha sconfitto la canadese Veyre nei quarti di finale del torneo dei pesi piuma. Con questo successo l’azzurra si è assicurata come il minimo il bronzo. «Ho garantito la medaglia ed è una gran bella soddisfazione - ha sottolineato dopo la vittoria -. Ho combattuto molto bene nei primi due round, un po’ meno nel terzo, forse per via di un po’ di stanchezza. L’obiettivo resta fare bene e divertirmi, ma ora me la gioco. La filippina Petecio sarà una rivale tosta in semifinale sabato, ma chi non lo sarebbe a questi livelli? Intanto questo risultato è dedicato al mio maestro e a tutto il movimento del pugilato italiano femminile».

Tiro a volo

In leggera difficoltà Jessica Rossi, una dei due portabandiera dell’Italia nella cerimonia di apertura di Tokyo 2020, impegnata nella prova di Trap, o fossa olimpica. L’azzurra non ha commesso errori nella prima serie ma poi ha sbagliato due piattelli nelle eliminatorie con. L’altra azzurra Silvana Stanco ha fatto meglio con un solo errore. Entrambe le azzurre hanno le carte in regola per ambire alle prime sei posizioni che garantiscono l’accesso alla finale di domani 29 luglio. Nelle eliminatorie maschili Mauro de Filippis è stato aurore di una buona prova sbagliato un solo piattello sui primi 50.

Tennis

Termina nei quarti di finale del singolare femminile il percorso olimpico di Camila Giorgi. L’italiana, numero 58 al mondo e protagonista comunque di un ottimo torneo, è stata superata dall’ucraina Elina Svitolina (6 al mondo e quarta testa di serie) che ha vinto in due set (6-4 6-4) in un’ora e 31 minuti.

Scherma

Dopo aver centrato la finale per l’oro nella sciabola maschile a squadre, battendo l’Ungheria in semifinale 45 a 43, il quartetto azzurro formato da Luca Curatoli, Luigi Samele, Enrico Berrè con la riserva d’eccezione Aldo Montano non è riuscito nell’impresa: battuta dalla Corea, l’Italia conquista la medaglia d’argento.

Ciclismo

Filippo Ganna ha concluso al quinto posto la cronometro su strada. L’oro è stato vinto dallo sloveno Roglic, l’argento dall’olandese Dumoulin, il bronzo dall’australiano Dennis. Nella crono femminile la medaglia di bronzo della prova in linea Elisa Longo Borghini non è andata oltre il decimo posto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti