ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùITINERARI

Molise sconosciuto: i luoghi del cuore di un manager expat

Paolo Paolino, da Pettoranello a Seattle e Monaco di Baviera, racconta le località della sua regione natale dove ama tornare

di Luisanna Benfatto


default onloading pic

2' di lettura

«Siamo persone semplici, semplici sono i nostri paesaggi e la cucina. In nessun altro luogo al mondo ho ritrovato questo mood». A raccontare il suo Molise da quella Monaco di Baviera dove vive oggi è Paolo Paolino, manager 40enne, che dopo gli studi a Roma e a Siena ha iniziato il suo percorso professionale altrove. Prima a Milano in Microsoft, come controller finanziario, poi il trasferimento negli Usa, a Redmond.

«Avevo 18 anni quando ho lasciato Pettoranello, un piccolo centro in provincia di Isernia di 300 abitanti, che ha alle spalle una lunga storia di emigrazione. Non è un caso se il comune dove sono nato sia gemellato con Princeton in New Jersey. È in quella città universitaria che si sono insediati, tra le due guerre, molti compaesani e parenti. La stessa sorte è toccata a me, ma con una destinazione diversa».

Nel 2011 il nuovo trasloco a Monaco di Baviera come finance leader e nel 2015 l'approdo a Nvidia, leader mondiale nei microprocessori e nell'intelligenza artificiale, come direttore finanziario per il mercato Emea. La sua vita oggi è tra Monaco, Londra e San Francisco e questa sconosciuta regione italiana da 300mila abitanti (come un quartiere di Milano o Roma)di cui si parla poco, ma che i l New York Times ha portato inaspettatamente alla ribalta.

Continua l'amarcord: «Il centro storico di Isernia dove giocavo a calcio con gli amici tra i vicoli mentre le donne lavorano al tombolo testimoniano questo piccolo mondo antico, una terra pura ma povera di infrastrutture e aziende. Niente lavoro oggi, come allora. Restano i ricordi candidi di Capracotta, paese a 1.400 metri, noto per le piste di fondo, dove ho imparato a sciare tra le bufere».Sul cammino della formazione spirituale del manager c'è la Basilica di Castelpetroso, sorta dove ci fu la prima apparizione della Madonna a fine ‘800 (che ora trasmette le dirette della messa e dei rosari via Facebook). Il Molise è anche natura selvaggia, rintracciabile a Staffoli dove si pratica il trekking a cavallo in un paesaggio incontaminato. Ad agosto su questi pendii c’è la Corsalonga, una manifestazione in stile western, con cowboy e feste da ballo. Tutte cose in agenda per Paolino, come il festival jazz “Eddie Lang” a Monteroduni, che continua a tenersi informato sulla vita molisana. L'ultima tappa è al teatro sannitico di Pietrabbondante dove si svolge una rassegna teatrale. «Qui si può godere di una magnifica veduta della vallata. Davvero “breathless”» dice. «Ci ho portato anche mia figlia» chiude il molisano expat riportandosi all'oggi, «che è nata e vive con me in Germania e mi ha detto: qua papà è bellissimo».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...