VINO  IN BOTTE

Amarone 2015 en primeur, ecco chi scommette sull’investimento liquido

L’imprenditore Massimo Gianolli, che nel 2010 ha fondato la startup del vino La Collina dei Ciliegi, crede nelle potenzialità di profitto nascoste nell’acquisto del vino in barrique

di Giambattista Marchetto


default onloading pic

4' di lettura

Ha senso parlare di investimento nel mondo del vino? Oppure è solo un vezzo da collezionisti o un paravento per appassionati con capacità di spesa che vanno oltre le bottiglie da bere a breve? Massimo Gianolli - che viene dalla campagna sulle colline veronesi, ma la sua carriera l'ha costruita nella finanza milanese - è convinto delle potenzialità di profitto nascoste in una botte. E potrebbe aver ragione, considerato che su questa strada l'ha seguito subito un manipolo di manager, imprenditori, professionisti, banchieri e gioiellieri, conduttori Tv, oltre a un paio di sceicchi mediorientali.

«Investi e rimani liquido»
È questo il claim con cui l'imprenditore - che nel 2010 ha fondato la startup del vino La Collina dei Ciliegi - ha scelto di proporre prima a un gruppo di amici e poi ad investitori “curiosi” di scommettere sull'Amarone 2015. Che poi significa acquistare il vino pregiato direttamente in botte - en primeur, per dirla con il termine tecnico usato in Francia per una pratica utilizzata da almeno un paio di secoli.
«Dato che funziona così bene oltralpe, ho deciso di copiare la Borgogna adattandola con le nostre idee - spiega Gianolli -. I nostri interlocutori non sono però i negociant come in Francia, ma imprenditori e manager della finanza disposti a scommettere più sul gusto che sui “wine futures”. Non è solo questione di anticipare il flusso finanziario, i nostri investitori diventano ambasciatori di un progetto condiviso. Acquistano le nostre barrique da 225 litri, che risposano e affinano per anni in cantina, e come in un club spesso alloggiano nel nostro wine resort per partecipare alle prove da botte, così come all'imbottigliamento».

Nella barricaia ogni enprimeurista – così Gianolli ha battezzato chi investe en primeur - ha la propria botte (o anche più di una) con targhetta personalizzata. Uno sfizio? Forse, ma considerati i nomi in evidenza (alcuni hanno chiesto l'anonimato) probabilmente la qualità è sembrata una buona garanzia sui futures per professionisti dell'investimento come Sergio Albarelli ex ad Banca Azimut, Bruna Annibaldi direttore Capital Management Banca Azimut e Massimo Donatoni di Azimut Capital Management SGR, Giorgio Andrea Grassi Damiani ceo Damiani Gioielli, Severino Logozzo family banker in Banca Mediolanum e pure il conduttore Tv Gianluigi Nuzzi.


La cantina


Il valore di ogni botte varia da 12mila a 27.500 euro (Iva esclusa) sulla base dell'annata e di valutazioni tecniche sulla qualità della vendemmia. «Secondo gli esperti i millesimi 2015 e 2016 sono destinati a diventare un sicuro investimento», assicura Gianolli. E infatti il valore della barrique Amarone 2015 en primeur è stato fissato a 25mila euro e ora è già partita la campagna “adozioni” per l'en primeur Amarone 2016 e 2017.

Negoziazione in caveau
Dopo tre anni di affinamento, con l'estate 2019 l'Amarone 2015 Ciliegio è stato imbottigliato, in bottiglie da 0,75 o in magnum o anche in mathusalem (secondo la preferenza di ogni singolo investitore). Ciascuno può scegliere di ricevere nella propria cantina le 300 bottiglie (o 150 magnum) etichettate frutto della propria barrique oppure di lasciarle in affinamento nel caveau de La Collina dei Ciliegi, dove rimangono a riposare in condizioni ottimali pronte per esser etichettate e consegnate su richiesta oppure possono esser offerte in negoziazione.
«Qualcuno lascia qui le proprie bottiglie e le ritira nel tempo, per berle o per fare regali di pregio - spiega il patron della tenuta -. Altri possono scegliere di affidarci una parte dell'imbottigliato perché noi lo offriamo in acquisto a chi viene in visita, ospiti italiani e soprattutto stranieri (la Cina è il nostro primo mercato). Gli acquirenti ideali per noi sono interlocutori sensibili ai grandi vini. L'importante è non avere fretta di realizzare (si stima almeno un anno per una buona negoziazione) e ovviamente l'attesa permette di ottimizzare il guadagno». E considerando che appena imbottigliato il vino vale già quasi il doppio dell'investimento netto sulla barrique, è facile immaginare un potenziale di redditività interessante per chi sa aspettare e poi smobilizza.


En primeur anche per il Supervalpantena
L'en primeur è oggi riservata alla selezione di alcuni Cru dell'area di produzione della Doc (10 ettari), ma «entro 3 anni puntiamo a vendere il 75% del nostro Amarone ‘Cru' con questa formula», annuncia Gianolli.
L'obiettivo è di adottare lo stesso percorso anche per il SuperValpantena, il progetto lanciato 2 anni fa dalla cantina veronese e guidato da due importanti agronomi e consulenti francesi, Lydia e Claude Bourguignon. Sul modello dei Supertuscan (il Sassicaia è l'esempio più conosciuto), La Collina dei Ciliegi punta su un rosso inedito, ottenuto da un blend Corvina-Teroldego, e un bianco altrettanto inedito, blend di Garganega e Pinot Bianco.


Startup nel segno dell'Amarone, primo mercato la Cina
La Collina dei Ciliegi si sviluppa su un'estensione di 47 ettari; l'azienda vitivinicola coltiva 24 ettari a vigneto (diventeranno 32 entro la primavera 2020). Con 20 etichette, suddivise in tre collezioni (CRU, Classica, Emporium), produce 350mila bottiglie e nel 2018 ha realizzato un fatturato di circa 2 milioni di euro. L'export vale il 50% dei ricavi e il primo mercato è la Cina (da dove, solo negli ultimi 12 mesi, sono arrivati ordini per 130mila bottiglie brandizzate Ac Milan).
L'azienda ha investito anche sull'enoturismo, realizzando l'eco-resort Ca' del Moro Wine Retreat di Erbin: 6 suite sono già accessibili, ricavate da stalle e fienili, e sono in fase di completamento alcune lussuose camere sugli alberi con vista sulle vigne. In mezzo alla natura, oltre alle esperienze enogastronomiche il resort propone anche trattamenti wellness.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...