CLASSIFICHE

Amazon crolla. Bezos perde (e poi recupera) lo scettro di uomo più ricco al mondo

Il Ceo e fondatore dell'azienda di Seattle, infatti, ha perso – almeno per qualche ora - lo scettro di uomo più ricco del mondo

di Biagio Simonetta


default onloading pic
(Bloomberg)

2' di lettura

Il crollo in borsa di Amazon fa male a Jeff Bezos. Il Ceo e fondatore dell'azienda di Seattle, infatti, ha perso – almeno per qualche ora - lo scettro di uomo più ricco del mondo. A riferirlo è Forbes, che quotidianamente tiene i conti ai paperoni di tutto il mondo. Secondo la rivista americana, il crollo delle azioni di Amazon ha portato la fortuna di Bezos fino a 103,9 miliardi di dollari.

Un movimento che lo ha ricollocato, temporaneamente, al secondo posto tra i più ricchi. E il nuovo numero uno, manco a dirlo, è tornato ad essere il cofondatore di Microsoft, Bill Gates, con un patrimonio di 105,7 miliardi. Una differenza di circa due miliardi di dollari, dunque, che le fluttuazioni finanziarie possono spazzare via in pochi minuti. Tanto che col recupero di Amazon durante la giornata, Bezos pare abbia riacciuffato la vetta. La situazione è comunque poco stabile, lì in alto. Bezos era diventato l'uomo più ricco nel marzo del 2018, quando con un patrimonio di 160 miliardi di dollari scalzò in classifica proprio Bill Gates, che era leader indiscusso di questa particolare lista da 24 anni.

Non solo le azioni
C'è da sottolineare però che il calo del patrimonio netto del Ceo di Amazon non è imputabile esclusivamente al calo delle azioni di Amazon. Bezos, infatti, negli ultimi mesi si è separato da MacKenzie Bezos. E proprio alla ex moglie sono finiti, come accordo di divorzio, 32,7 miliardi di dollari. Una cifra astronomica, tra l'altro, che ha portato la donna in un attimo fra le prime venti persone più ricche al mondo. Il resto è successo con le azioni. Nel terzo trimestre, Amazon ha visto crollare gli utili netti del 26% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Deludendo anche le aspettative. E subito dopo la diffusione dei conti trimestrali, nelle contrattazioni after-hours le azioni del colosso di Seattle hanno avuto un ribasso di oltre il 9%, salvo poi recuperare. Essendo il patrimonio personale di Bezos molto esposto verso il titolo dell'azienda, l'oscillazione è una conseguenza naturale.

Protagonisti indiscussi
A prescindere dal posizionamento, comunque, Bill Gates e Jeff Bezos rimangono i protagonisti indiscussi della classifica degli uomini più ricchi al mondo. Gates, dopo aver fondato Microsoft, ha deciso di lasciare l'azienda nel 2014, dimettendosi da presidente ma conservando un posto nel consiglio di amministrazione. Da allora, ha venduto la maggior parte della sua partecipazione Microsoft e ha diversificato il suo patrimonio. Oggi, ufficialmente è co-presidente della Bill & Melinda Gates Foundation, la più grande fondazione di beneficenza privata al mondo. Il suo esordio nella lista degli uomini più ricchi al mondo di Forbes è datata 1987, quando entrò in classifica con un patrimonio netto di 1,25 miliardi di dollari. Da allora, è poi diventato il numero 1 per 24 anni consecutivi.

Jeff Bezos, invece, è ancora al timone della sua Amazon, fondata in un garage di Bellevue, nello stato di Washington. È entrato nella classifica dei paperoni nel 1998, un anno dopo il debutto di Amazon in borsa. All'esordio, il suo patrimonio netto era di 1,6 miliardi. Oggi, 21 anni dopo, quelle cifre sembrano briciole.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...