digitale

Amazon incentiva le Pmi a utilizzare il canale di ecommerce

Il colosso presenta il programma di formazione gratuito per accelerare la digitalizzazione delle Pmi, assieme a Ice, Mip, Confapi e Netcomm

di A.Mac.

default onloading pic
(Fracchia / AGF)

Il colosso presenta il programma di formazione gratuito per accelerare la digitalizzazione delle Pmi, assieme a Ice, Mip, Confapi e Netcomm


4' di lettura

Al via “Accelera con Amazon”, programma di formazione gratuito per accelerare la crescita e la digitalizzazione delle 10mila Pmi italiane presentato dal colosso e realizzato in collaborazione con Ice, Mip Politecnico di Milano Graduate School of Business, Confapi e Netcomm.«Quando si parla di innovazione e digitalizzazione esiste un forte gap tra il nostro Paese e la capacità che le aziende degli altri Paesi hanno avuto di spingersi verso le frontiere dell’innovazione e della digitalizzazione. Noi quel gap vogliamo provare a ridurlo ed eliminarlo» ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli,

In Italia le vendite attraverso l'e-commerce stanno crescendo ma continuano a rappresentare solo una piccola parte degli acquisti complessivi. In base all'analisi dell'Osservatorio eCommerce B2C Netcomm – School of Management Politecnico di Milano l'incidenza del valore delle vendite online sul totale delle vendite in ambito retail è cresciuto dal 6% all'8% nel 2020. Le piccole e medie imprese italiane hanno un gap da colmare se comparate ai cugini europei. Solo un terzo di loro è digitalizzata e solo una su sette (di quelle con più di 10 impiegati) ha una presenza online significativa. Di gran lunga indietro rispetto alle altre nazioni europee, l'Italia si posiziona al 25° posto tra i 28 Stati Membri dell'Unione Europea nell'edizione 2020 del Desi Digital Economy and Society Index.

Loading...

Lo sviluppo su Amazon

Sono oltre 14.000 le piccole e medie imprese italiane che vendono su Amazon. Nel 2019 hanno registrato vendite all'estero per più di 500 milioni di euro e hanno creato più di 25mila posti di lavoro in Italia. Nel periodo dal 1° giugno 2019 al 31 maggio 2020, i partner di vendita italiani hanno registrato vendite per una media di oltre 75mila euro ciascuno, e hanno venduto più di 60 milioni di prodotti negli store Amazon. Francois Saugier, VP Seller Services Amazon in Europa, ha affermato: «Il supporto alle imprese è al centro di tutto ciò che facciamo. Nel 2019, Amazon ha investito oltre 2,2 miliardi di euro in logistica, strumenti, servizi, programmi e persone per aiutarle a raggiungere il loro pieno potenziale».

Cosa prevede il programma

Il programma offre strumenti online di apprendimento e di consulenza per coloro che desiderano avviare una nuova attività online o accelerarne una già esistente. Inoltre, l'iniziativa offre moduli dedicati su come creare un'immagine del brand efficace e implementare strategie di marketing e di social media, strumenti per sviluppare modelli di business e corsi su come creare il team più efficace dal punto di vista delle risorse umane.

Le realtà che parteciperanno potranno inoltre beneficiare di:

• Un hub di apprendimento online realizzato con Mip Politecnico di Milano che include una serie di moduli e corsi online gratuiti che le piccole e medie imprese possono frequentare indipendentemente dal livello di digitalizzazione e conoscenza. Le Pmi riceveranno formazione su un'ampia gamma di tematiche come la strategia commerciale, il finanziamento, il marketing e l'internazionalizzazione. I corsi saranno tenuti da docenti della School of Management del Politecnico di Milano e da esperti di e-commerce, oltre ad esperti Amazon e metteranno a disposizione degli studenti un metodo di apprendimento community-based.

• Boot camp intensivi: Mip Politecnico di Milano ha progettato un corso intensivo virtuale di una settimana per offrire a 500 startup e piccole imprese un percorso su misura per sviluppare le loro competenze digitali per vendere online.

• Webinar organizzati con le sedi territoriali di Confapi per la promozione dei corsi di digitalizzazione offerti dal programma.

• Webinar e Contenuti video realizzati dall'Agenzia Ice per fornire contenuti formativi sul commercio elettronico e l'internazionalizzazione d'impresa.

• Un percorso di webinar realizzati da Netcomm per comprendere come il digitale stia trasformando lo scenario di mercato globale e supportare le PMI nel definire le iniziative digitali che possono intraprendere sia in ambito BTB che BTC.

• Webinar Aws “Primi passi nel Cloud per le Pmi” – I Primi Passi nel Cloud Amazon Web Services (Aws) sono una serie di appuntamenti online gratuiti in Italiano - progettati per Piccole e Medie Imprese - che hanno l'obiettivo di aiutare a innovare con il cloud AWS e di sfruttare a pieno le potenzialità della Regione Aws Italiana attraverso tutorial e dimostrazioni pratiche tenute dagli esperti di Aws.

Patuanelli: transizione 4.0

«Quando si parla di innovazione e digitalizzazione “esiste un forte gap tra il nostro Paese e la capacità che le aziende degli altri Paesi hanno avuto in questi anni di spingersi verso le frontiere dell’innovazione e della digitalizzazione. Noi quel gap vogliamo provare a ridurlo ed eliminarlo» ha detto alla presentazione il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, sottolineando che «il Governo all’interno della Legge di Bilancio ha già individuato una misura fondamentale che è quella della transizione 4.0, un anticipo del Recovery and Resilience Fund e soprattutto un pezzo di piano industriale per il nostro Paese». Secondo Patuanelli, «il Pil generato dal B-to-C in Italia è molto basso, è quasi un decimo rispetto ad altri Paesi europei. E noi questo non possiamo permettercelo, in un momento in cui chiediamo ai nostri cittadini lo sforzo di limitare gli spostamenti e gli assembramenti e questo provoca per il settore del commercio una limitazione molto forte».

Digitale per l’export

Innovazione e digitalizzazione «sono due fattori cardine su cui puntare per aiutare le nostre aziende ad aumentare la loro competitività» e sono “la strada maestra per la ripresa economica e sociale del Paese», motivo per cui «dobbiamo cogliere le opportuntà offerte dalla crescente digitalizzazione del commercio, tanto in Italia quanto sui mercati stranieri» ha aggiunto il ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, «Alla Farnesina abbiamo una priorità molto chiara, vogliamo accompagnare le Pmi nell’utilizzo degli strumenti digitali ed è per questo che la formazione rappresenta uno dei pilastri del patto per l’Export che abbiamo siglato a giugno con le principali associazioni di categoria», ha detto Di Maio, sottolineando che il Governo sta «sostenendo le imprese con programmi ad hoc, incentivi mirati e alleanze globali con i grandi player di internet e i market place internazionali». In questo contesto, «il tema della digitalizzazione è centrale anche per quei settori che un tempo si basavano esclusivamente sulla presenza fisica, come il sistema fieristico e ai canali di vendita, che rappresentano altri due pilastri del patto per l’export», ha detto il ministro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti