Usa

Amazon: società cercherà di annullare e far ripetere voto sindacato

La società sostiene, in un documento depositato venerdì 8 aprile, che gli organizzatori del sindacato e il National Labor Relations Board hanno agito in un modo che ha inquinato i risultati. Ora vuole rifare le elezioni

Nasce il primo sindacato Amazon negli Usa, è festa a New York

2' di lettura

Amazon sta cercando di ribaltare la vittoria del sindacato in uno dei suoi magazzini di New York. La società sostiene, in un documento depositato venerdì 8 aprile, che gli organizzatori del sindacato e il National Labor Relations Board hanno agito in un modo che ha inquinato i risultati. Ora vuole rifare le elezioni.
Il gigante dell’e-commerce ha elencato 25 obiezioni nel documento ottenuto da The Associated Press, accusando gli organizzatori della nascente Amazon Labor Union di aver intimidito i lavoratori a votare per il sindacato, un’affermazione che Eric Milner, l’avvocato che rappresenta il gruppo ha definito «assurda».
«I dipendenti si sono espressi», ha detto Milner, l’avvocato, «Amazon sta scegliendo di ignorarlo, e invece si impegna in tattiche di stallo per evitare l’inevitabile, venire al tavolo delle trattative e negoziare per un contratto» per conto dei lavoratori, ha aggiunto.

In un’obiezione, Amazon ha detto che gli organizzatori hanno «intenzionalmente creato scontri ostili di fronte agli elettori idonei», interrompendo le riunioni obbligatorie che l’azienda ha tenuto per convincere i suoi dipendenti a rifiutare la spinta sindacale.

Loading...

I risultati del referendum

I lavoratori di Amazon nel distretto di Staten Island, a New York, avevano votato per sindacalizzarsi, segnando una svolta storica nella storia delle parti sociali Usa e dello stesso colosso dell'e-commerce Usa. I lavoratori del magazzino hanno espresso 2.654 voti a favore di un sindacato, dando alla neonata Amazon Labor Union un sostegno adeguato alla vittoria.

Secondo il National Labor Relations Board, che sta supervisionando il processo, 2.131 lavoratori hanno rifiutato l'offerta sindacale. I 67 voti che sono stati contestati da Amazon o dall'Amazon Labor Union (Alu) non sono stati sufficienti a influenzare il risultato. Il sì è passato quindi con il 55% dei consensi. Il 57% degli oltre 8.300 lavoratori sulla lista degli elettori ha votato.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti