Lo scrive il Wall Street Journal

Amazon vuole aprire i suoi primi grandi magazzini negli Usa

I primi magazzini dovrebbero essere aperti in Ohio e California

(Afp)

1' di lettura

Amazon aprirà diversi punti vendita, modello grandi magazzini, negli Stati Uniti. Lo riporta in esclusiva il Wall Street Journal, secondo cui si tratta di una mossa per aiutare la società ad ampliare la propria presenza in settori come la vendita di abbigliamento, articoli per la casa, elettronica e altri ancora.

Si tratta di una notevole novità per il pioniere dello shopping online, che a lungo ha ignorato i negozi fisici prima di acquisire la catena di supermercati Whole Foods per 13,7 miliardi di dollari. I primi magazzini dovrebbero essere aperti in Ohio e California, secondo le fonti. Per Amazon non si tratterebbe comunque di una novità assoluta, in quanto già oggi si possono fare acquisti in negozi fisici di proprietà. Tra questi si segnalano gli Amazon Books, gli Amazon 4-star, gli Amazonfresh e gli Amazon pop up, affiancati dalle insegne Amazon go e Amazon gogrocery, disponibili in diversi Stati degli Usa.

Loading...

I negozi di Amazon saranno di circa 2.800 metri quadrati, più piccoli della maggior parte dei grandi magazzini, che normalmente occupano oltre 9.000 metri quadrati, e offriranno ai consumatori articoli dei marchi più famosi accanto ai private label a marchio Amazon che saranno protagonisti. Nel premercato, il titolo di Amazon perde lo 0,44%.

Amazon è già oggi il primo venditore di articoli di abbigliamento negli Stati Uniti attraverso i suoi servizi online, davanti ai negozi fisici di Wal-Mart.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti