pagamenti

American Express: bonus fino a mezzo milione per chi accetta le sue carte di credito

La società, oggi pressata dalla concorrenza, offre “premi” che vanno da qualche migliaio fino a quasi mezzo milione di dollari, senza condizioni, a tutti quei business finora mostratisi refrattari ad accettarla

di Marco Valsania


default onloading pic
(Agf)

3' di lettura

NEW YORK - È una strategia forse comune in altri settori, ma senza precedenti nelle carte di credito.

Pagare incentivi generosi e del tutto gratuiti ai business, non solo rimborsi dei costi di ammodernamenti o tecnologie necessarie al servizio, per convincerli ad accettare denaro di plastica.

Non solo: a lanciare questa offensiva è, paradossalmente, la più preziosa delle “credit cards”. Un simbolo di esclusività che finora, nel corteggiare punti di vendita grandi e piccoli, non temeva di chiedere commissioni più elevate, perché i portatori delle sue carte erano attraenti, più facoltosi della media e quindi più propensi a maggiori spese.

La grande guerra a colpi di bonus
Benvenuti alla nuova grande guerra a colpi di bonus dichiarata da American Express. La società, oggi pressata dalla concorrenza, offre “premi” che vanno da qualche migliaio fino a quasi mezzo milione di dollari, senza condizioni, a tutti quei business finora mostratisi refrattari ad accettarla. Purché ovviamente cambino idea e comincino a strisciare le sue carte.

L’idea nasce da una constatazione e da un trend che hanno complicato e molto la vita per Amex. Il fatto constatato è il seguente: la societè, con 10,3 milioni di business che la accettavano a fine 2018, risente negli Stati Uniti di un deficit strutturale di 1,3 milioni di esercizi disponibili rispetto alle rivali Visa e Mastercard. Tre anni or sono, cosciente del problema, aveva promesso che avrebbe sanato questa differenza proprio entro la fine del 2019.

La complicazione per Amex è però sorta quando le grandi banche nella rete di Visa e Mastercard, nella battaglia per espandere il loro raggio d’azione, hanno cominciato a offrire carte sempre più “generose”, ricche di possibilitè di conquistare viaggi aerei e soggiorni in albergo. Offerte che hanno sedotto una crescente frangia di consumatori anche ricchi e in precedenza fedeli ad American Express.

La difficoltà nel chiudere il distacco in queste condizioni ha cosi’ dato i natali all’inedito contrattacco sotto la guida dell’amministratore delegato Stephen Squeri. Amex sostiene di aver visto frutti dei suoi nuovi sforzi, allargando in due anni la sua base di tre milioni di business. Avrebbe, in questo periodo, pagato bonus in cambio dell’adesione ad almeno 133 esercizi.

Gli incentivi sono cresciuti sempre più
Gli incentivi sono anche lievitati: inizialmente erano limitati a un massimo di diecimila dollari; una cifra poi lievitata sotto la pressione di fare di più prima a ventimila dollari, poi a centomila con l’approvazione di un manager regionale e infine, nell’ultimo anno, a 450.000 per l’adesione di alcuni grandi business.

Non basta: in qualche caso Amex ha offerto agli esercizi di cancellare, per un periodo di almeno sei mesi, la sua tradizionale commissione, più elevata di Visa e Mastercard. Ai suoi agenti ha inoltre offerto remunerazioni legate al numero di firme di nuovi clienti.

La strategia, nel suo insieme, ha già un nome: è stata battezzata, nei documenti interni, “Parity Push Project”, progetto per la spinta alla paritè - con i concorrenti.

Proposte che non puoi rifiutare
È una spinta che non trascura nessuno. Ad esempio la co-proprietaria di una palestra per bambini del Massachusetts, Exxcel Gymnastics and Climbing: ha raccontato al Wall Street Journal come dopo vent’anni senza Amex abbia ricevuto una proposta che non poteva rifiutare, un bonus di 15.000 dollari e l’impegno a commissioni identiche a quelle più basse delle carte rivali.

Tracey Energy Services, piccola societè di consegna di gasolio per riscaldamento del Connecticut, ha a sua volta ricevuto un premio iniziale di 7.500 dollari, alzato rispetto a una iniziale offerta di 2.500 dollari, e il ridimensionamento delle commissioni applicate.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...