Politica

Live amministrative: centrodestra vince a Venezia (rieletto Brugnaro) e Macerata. Centrosinistra si conferma a Mantova, Trento e Trani

Dopo la prima tranche delle suppletive, del referendum e delle regionali, è la volta degli scrutini delle elezioni amministrative: si sono svolte in 1179 comuni, di cui 962 nelle regioni a statuto ordinario (18 i capoluoghi andati al voto). Ballottaggi a Chieti, Matera, Crotone, Reggio Calabria, Lecco, Andria, Arezzo e Bolzano



  • Comunali, parità nei capoluoghi: 8 al ballottaggio

    Le elezioni comunali si risolvono in una sostanziale parità tra centrodestra e centrosinistra, almeno nei capoluoghi dove è stato eletto il sindaco al primo turno, cioè appena 5 su 18. In attesa dei ballottaggi in programma tra quindici giorni, il centrodestra si conferma a Venezia con Luigi Brugnaro e conquista Macerata, dove Sandro Parcaroli succede a Romano Carancini. Il centrosinistra, invece, trionfa a Trani, Mantova e Trento, rispettivamente con la riconferma di Amedeo Bottaro e Mattia Palazzi e l'elezione di Franco Ianeselli, che prende il posto di Alessandro Andreatta. A bocca asciutta il Movimento 5 Stelle le cui uniche speranze sono affidate a Matera ed Andria, dove il loro candidato potrebbe correre per il ballottaggio. A Fermo si conferma Paolo Calcinaro, candidato di alcune liste civiche che porta a casa oltre 10 mila voti in più rispetto ai suoi concorrenti di centrosinistra, centrodestra e M5S. I comuni capoluogo che andranno al ballottaggio, sono Chieti, Matera, Crotone, Reggio Calabria, Lecco, Andria, Arezzo e Bolzano. A Nuoro, in Sardegna, si voterà il 25 e 26 ottobre, mentre ad Agrigento ed Enna, in Sicilia, il 4 e 5.

  • Crotone al ballottaggio, fuori centrosinistra

    Sarà il ballottaggio a decidere chi tra Antonio Manica, avvocato tributarista candidato del centrodestra, e Vincenzo Voce, ingegnere candidato di una coalizione civica, sarà il prossimo sindaco di Crotone. La tendenza a scrutinio ancora aperto è infatti questa con i due candidati che hanno ricevuto più voti che si attestano rispettivamente al 41,5% ed il 36,6%. Un risultato comunque sorprendente perché Manica, supportato da dieci liste - tra cui Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia - non è riuscito a vincere al primo turno come indicavano le previsioni della vigilia. Delusione invece per Danilo Arcuri, candidato del centrosinistra che resta fuori dal ballottaggio.

  • A Mantova stravince il sindaco uscente dem Mattia Palazzi

    Ha 42 anni, è diventato sindaco per la prima volta cinque anni fa, il 15 giugno 2015. E oggi, con un risultato oltre le aspettative il dem Mattia Palazzi viene riconfermato alla guida di Mantova con oltre il 70 per cento dei voti, lasciando poco più che briciole al centrodestra e ancor meno ai 5 Stelle.

  • A Lecco è ballottaggio tra centrodestra e centrosinistra

    Si va al ballottaggio a Lecco tra il candidato di centrodestra Giuseppe Ciresa (48,7%) e quello di centrosinistra Mauro Gattinoni (41,7%). Decisivi saranno i voti andati al primo turno alla lista civica guidata da Corrado Valsecchi (5,9%) e al M5s (3,6%)

  • Il Pd riconquista Imola dopo debacle M5s

    Dopo lo sgretolamento della giunta Cinque Stelle, guidata da Manuela Sangiorgi, durata circa due anni dopo aver trionfato come baluardo pentastellato nel cuore dell'Emilia-Romagna, Imola torna al Pd. Quando sono state scrutinate 62 sezioni, come si evince dal sito del Viminale, Marco Panieri è il nuovo sindaco. Al giovane candidato, sostenuto da una coalizione allargata, il Pd aveva affidato il compito di riconquistare quello che il centrosinistra considerava fino a poco tempo fa un proprio feudo intoccabile. Missione riuscita. Battuto al primo turno, col 57,42% dei voti, il candidato di centrodestra Daniele Marchetti, consigliere regionale e fedelissimo di Matteo Salvini, che si è fermato al 26,7%.

  • A Trento vince il centrosinistra con Franco Ianeselli

    Con il 54,1% dei voti Franco Ianeselli, ex sindacalista della Cgil, è stato eletto al primo turno sindaco di Trento. Alla guida del Comune capoluogo della Provincia autonoma - amministrata dalla Lega da ottobre 2018 - rimane quindi il centrosinistra. Il sindaco uscente, Alessandro Andreatta (Pd) lascia dopo 25 anni in Comune, prima da assessore e poi da sindaco, al 42enne Ianeselli, sostenuto da liste civiche, dal Partito democratico (che ha raggiunto il 17,8%, in linea con il dato delle provinciali di due anni fa, 18,84%, ben lontano dal 29,56% delle precedenti comunali), dagli autonomisti del Patt e da + Europa Verde. I dati sono ancora parziali, anche se riferiti a 87 sezioni scrutinate su 98, quindi il quadro appare definito. Il principale sfidante, Andrea Merler, 37 anni, avvocato e consigliere comunale di lungo corso lanciato a soli due mesi dalle elezioni per cercare di ricompattare il centrodestra disunito dalla scelta di Alessandro Baracetti, poi ritiratosi, si è fermato al 30,6%. La Lega risulta essere il partito più votato della coalizione con il 14% dei consensi.

  • Arezzo al ballottaggio. Ralli (centrosinistra): c'è alternativa

    «Questo sindaco non gode del consenso, vuol dire che questa amministrazione ha fatto perdere opportunità per la città anche perché sostenuta da forze politiche che non credono nell'Europa. Abbiamo costruito l'alternativa a questa amministrazione, ora occorre portare le persone a votare». Lo ha detto il candidato a sindaco del centrosinistra Luciano Ralli che a 91 sezioni scrutinate su 97 - secondo l'ufficio elettorale del Comune - è al 35,25% e dovrebbe a questo punto andare al ballottaggio con Alessandro Ghinelli, sindaco uscente e candidato del centrodestra che è al 47%.

  • Bolzano, Zanin (centrodestra): ballottaggio sarà bellissima sfida

    «Andiamo al ballottaggio da una posizione di parità, una bellissima sfida che appassionerà tutti». Ne è convinto Roberto Zanin, il candidato sindaco del centrodestra a Bolzano, che al ballottaggio sfiderà il sindaco uscente Renzo Caramaschi, al 33%. «Si tratta di un buon risultato, siamo partiti da un 18% e ora siamo al 33%», aggiunge il 55enne in riferimento al risultato del candidato sindaco del centrodestra del 2016.

  • Comunali: Venezia, successo anche per la lista Brugnaro

    La vittoria di Luigi Brugnaro alle comunali di Venezia si lega anche alla vittoria della civica che porta il suo nome, la cosiddetta “lista fucsia”, che è data dallo spoglio intorno al 33%. Si tratta di una percentuale nettamente più alta del 20,83% di cinque anni fa, che aveva comunque sancito la predominanza della formazione sugli altri partiti. La lista “fucsia” tiene a distanza anche le altre forze della coalizione di centrodestra: la Lega viaggia intorno al 12-13% (cinque anni fa era al 9,20%) Fratelli d'Italia al 6,5%, nettamente al di sopra del 2,1% delle ultime comunali. Alle europee dello scorso anno, tuttavia, la Lega aveva ottenuto a Venezia il 37,06% e Fdi il 4,9%. Il Partito democratico è la seconda forza politica in Comune, con un dato provvisorio del 18,93%; meglio del 2015, quando ottenne il 16,83% (ma c'era la 'concorrenza della Lista Casson), ma lo scorso anno alle europee aveva ottenuto il 27,75%.

  • Comunali: Venezia, Baretta si congratula con Brugnaro

    Il candidato per il centrosinistra, Pierpaolo Baretta, si è complimentato con Luigi Brugnaro per la riconferma a sindaco di Venezia. Lo ha riferito lo staff di Brugnaro. L'esponente del centrodestra non ha ancora deciso di commentare l'esito delle elezioni comunali, preferendo attendere il risultato definitivo dello spoglio.

  • Comunali, testa a testa centrodestra - centrosinistra a Reggio Calabria e a Bolzano

    Prime proiezioni per le elezioni Comunali. Brugnaro (centrodestra) verso la conferma a Venezia, secondo i primi dati è oltre la soglia del 50% che consente di evitare il ballottaggio. Lanciati sul 50% anche Ianeselli, candidato del centrosinistra a Trento, e Ghinelli, in corsa per il centrodestra ad Arezzo. Avanti e verso il ballottaggio per il centrodestra Sassone a Matera con il 30,4% su Bennardi del M5s con il 27,6%. Testa a testa a Reggio Calabria tra Falcomatà del centrosinistra (37,5%) e Minicuci del centrodestra (33,7%); e a Bolzano tra Caramaschi del centrosinistra (33%) e Zanini del centrodestra (35,7%).

  • Proiezioni Opinio-Rai: Lecco, Ciresa (Cd) al 49,8%

    In base a un'altra prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Lecco Peppino Ciresa del centrodestra sarebbe sceso ora al 49,8, a seguire Mauro Gattinoni del centrosinistra al 40,9% e Corrado Valsecchi (civica) al 5,1%.

  • Proiezioni Opinio-Rai, Trento: Ianeselli (centrosinistra) al 51,1%

    In base a un'altra proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Trento Franco Ianeselli del centrosinistra è al 51,1%, contro il 31,3% di Andrea Merler del centrodestra. Copertura campione: 42 per cento.

  • Comunali: Venezia, Brugnaro verso vittoria primo turno

    Luigi Brugnaro viaggia verso la riconferma a sindaco di Venezia al primo turno. I dati dello spoglio - finora 70 sezioni su 257 - danno il primo cittadino uscente prevalere sullo sfidante di centrosinistra, Pierpaolo Baretta, con una percentuale che non si discosta dal 58%. Fin dall'inizio dello scrutinio, Baretta non supera il 28-29%. Al terzo posto figura staccata la candidata del Movimento 5 Stelle, Sara Visman, con una percentuale intorno al 4,5%, più staccati sotto il 3% gli altri sei contendenti.

  • Proiezione Opinio-Rai: Venezia, Brugnaro al 53,3%

    In base a un'altra proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Venezia Luigi Brugnaro del centrodestra si sarebbe portato al 53,3%. A seguire Pierpaolo Baretta del centrosinistra con il 29,2%, Sara Visman (M5s) con il 4,3% e Stefano Zecchi (Civica) con il 4,2%. La copertura del campione è del 44%.

  • Comunali: Arezzo; Ghinelli, stando proiezioni cresciuto 13%

    «Sono cresciuto rispetto al 2015 del 13 per cento quindi si vede che i cittadini hanno apprezzato il mio lavoro. Sono fiducioso ma ancora è presto per tracciare un quadro preciso». Lo ha detto il sindaco uscente di Arezzo Alessandro Ghinelli candidato per la lista civica che porta il suo nome e la coalizione di centrodestra, in diretta tv commentando le proiezioni che lo danno in testa con il 50,4 per cento. «Sto con le dita incrociate, sono fiducioso e se si tratta di andare al ballottaggio lo faremo anche se sarà faticoso visto che devo continuare a fare comunque il sindaco di Arezzo».

  • Proiezione Opinio-Rai: Venezia, Brugnaro al 50,5%

    In base ad un'altra proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Venezia Luigi Brugnaro del centrodestra è in testa con il 50,5%, seguito da Pierpaolo Baretta del centrosinistra con il 29,9%, Stefano Zecchi (Civica) con il 4,7% e Marco Gasparinetti (Civica) con il 4.4%. La copertura del campione è del 26%.

  • 2/a proiezione Opinio-Rai: Mantova, Palazzi (Cs) al 68,3%

    In base alla seconda proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Mantova il candidato del centrosinistra Mattia Palazzi sale al 68,3%, Stefano Rossi del centrodestra è al 24,1%, Gloria Costani è data al 5,4%. La copertura del campione è al 26%.

  • Proiezioni Opinio Rai: Matera, Sassone (cd) al 30,4%

    In base alla seconda proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Matera Rocco Sassone del centrodestra sarebbe al è sceso al 30,4%, Domenico Bennardi del M5s è salito al 27,6% e Giovanni Schiuma (centrosinistra) al 19,3%. La copertura del campione è al 18%.

  • Comunali: ballottaggio Follonica, Benini eletto sindaco

    Andrea Benini è il nuovo sindaco di Follonica (Grosseto). Il rappresentante del centrosinistra supera Massimo Di Giacinto (centrodestra) al ballottaggio con 54,01% con 5.972 voti. Massimo Di Giacinto si ferma al 45,99% con 5.086 voti. Le schede bianche sono 171 e le nulle 211. Oggi alle 15 in Comune a Follonica la proclamazione in Municipio. A Follonica si votava solo per il ballottaggio ordinato dal Tar che a dicembre scorso, dopo un riconteggio delle schede, aveva annullato l'elezione di Benini avvenuta a maggio 2019.

  • Comunali: a Pomigliano attesa risultato laboratorio Pd-M5s

    È il giorno della verità a Pomigliano d'Arco dove si attendono i risultati delle amministrative che hanno visto il primo “laboratorio” tra Pd e M5s. I due partiti hanno scelto di appoggiare, insieme a sette liste civiche, Gianluca Del Mastro per portarlo sulla poltrona di sindaco. A lui si sono opposti Elvira Romano, vicesindaco uscente appoggiata da sei civiche, Maurizio Caiazzo, che contava Fdi, UDC e quattro civiche, e Vincenzo Romano, tre civiche.

  • Comunali, centrodestra in testa a Venezia, Arezzo, Matera, Mantova, Trento e Bolzano

    Prime proiezioni per le elezioni Comunali. Brugnaro verso la conferma a Venezia, secondo i primi dati è oltre la soglia del 50% che consente di evitare il ballottaggio. Lanciati sul 50% anche Ianeselli, candidato del centrosinistra a Trento, e Ghinelli, in corsa per il centrodestra ad Arezzo. Avanti e verso il ballottaggio per il centrodestra Sassone a Matera con il 30,1% su Bennardi del M5s con il 28,7%. Testa a testa a Reggio Calabria tra Falcomatà del centrosinistra (35,8%) e Minicuci del centrodestra (34,8%); e a Bolzano tra Caramaschi del centrosinistra (36,1%) e Zanini del centrodestra (34,8%).

  • Proiezioni Opinio-Rai: Crotone, Manica (cd) al 39,4%

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Crotone Antonio Manica del centrodestra al 39,4, Vincenzo Voce delle liste civiche è al 35,5%, Danilo Arcuri del centrosinistra al 20,2 e Andrea Correggia del M5s al 4,9%.

  • Proiezioni Opinio-Rai: Arezzo, Ghinelli (Cd) al 50,4%

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Arezzo Alessandro Ghinelli del centrodestra è al 50,4%, Luciano Ralli del centrosinistra 31,7, Michele Menchetti al 3%.

  • Proiezioni Opinio-Rai: Lecco, Ciresa (Cd) al 50,1%

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Lecco Peppino Ciresa del centrodestra sarebbe al 50,1, Mauro Gattinoni del centrosinistra al 39,6% e Silvio Fumagalli tra il 4,8%.

  • 2/a Proiezione Opinio-Rai: Venezia, Brugnaro al 50%

    In base alla seconda proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Venezia Luigi Brugnaro del centrodestra è al 50%, Pierpaolo Baretta del centrosinistra al 29,1%, Sara Visman (M5S) è al 4,6%, superata da Marco Gasparinetti (Civica) con il 5,6%. La copertura del campione è del 16%.

  • Proiezioni Opinio-Rai, Chieti: Di Stefano (Cd) al 36%

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Chieti Fabrizio Di Stefano del centrodestra è al 36%; Bruno di Iorio (civiche) al 24,8% Diego Ferrara (centrosinistra) al 19%.

  • Proiezioni Opinio-Rai, Bolzano: testa a testa Caramaschi (Cs)-Zanin (Cd)

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Bolzano Renzo Caramaschi (Cs) è al 36,1, seguito da Roberto Zanin del centrodestra (34,8) e da Luis Walcher di Svp (11,2). Copertura campione: 6 per cento.

  • Proiezioni Opinio-Rai, Trento: Ianeselli (Cs) davanti

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Trento Franco Ianeselli (Cs) è al 50%, davanti ad Andrea Merler del centrodestra (32,3) e Marcello Carli (6,3). Copertura campione: 9 per cento.

  • Proiezioni Opinio-Rai: Matera, Sassone (Cd) al 30,1%

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Matera è testa a testa tra Rocco Sassone (centrodestra) è al 30,1, Domenico Bennardi del M5s al 28,7 e Giovanni Schiuma (centrosinistra) al 17,9. La copertura del campione è dell’8 per cento.

  • Comunali: in Trentino eletti già 56 sindaci unici candidati

    Al via da questa mattina anche il Trentino lo scrutinio delle elezioni comunali in 156 Comuni, ma per 56 candidati sindaco si profila una vittoria automatica in quanto erano gli unici candidati alla carica di primo cittadino. L'unica condizione per la loro elezione era il superamento del quorum del 50% degli aventi diritto al voto. L'ufficialità si avrà comunque solo alla fine dello spoglio. Nei Comuni con più di 3.000 abitanti sono stati eletti Michele Cereghini a Pinzolo, Clelia Sandri a San Michele all'Adige, e Samuel Valentini a Ville d'Anaunia.

  • Proiezioni Opinio-Rai: Reggio Calabria, testa a testa Cs-Cd

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Reggio Calabria è testa a testa tra il sindaco uscente Giuseppe Falcomatà del centrosinistra al 35,8% e lo sfidante Nino Minicuci del centrodestra al 34,8%. La copertura del campione è del 9%.

  • Proiezioni Opinio-Rai: Mantova, Palazzi (Cs) al 65,5

    In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Mantova il candidato del centrosinistra Mattia Palazzi è al 65,5%, Stefano Rossi del centrodestra al 26,1%, Gloria Costani è data al 6,4%. La copertura del campione è al 4%.

  • Prima proiezione Consorzio Opinio Italia per la Rai: a Venezia davanti Brugnaro con il 51,3%

    Secondo la prima proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai, a Venezia Luigi Brugnaro avrebbe il 51,3%, davanti a Pier Paolo Baretta (29,9) e Sara Visman (5,1). La copertura del campione è del 7 per cento.

  • Comunali: 18 sindaci già eletti in Alto Adige

    È iniziato alle ore 9 lo scrutinio delle elezioni comunali in Trentino Alto Adige. In Provincia di Bolzano: 18 sindaci di Comuni minori risultano comunque già eletti perché sono gli unici candidati e il quorum è stato raggiunto. A Bolzano si delinea il ballottaggio tra il candidato sindaco del centrodestra Roberto Zanin e il sindaco uscente Renzo Caramaschi, che secondo gli exit poll della Rai sono al 33-37%, e al 29-33%, mentre a Trento Franco Ianeselli del centrosinistra viene dato al 51-55% e Andrea Merler del centrodestra tra il 30-34%.

  • Al via gli scrutini delle amministrative 2020: 1179 Comuni al voto

    Sono iniziati alle 9 gli scrutini delle elezioni amministrative 2020, la tornata elettorale che il 20 e il 21 settembre ha coinvolto 1179 comuni, di cui 962 nelle regioni a statuto ordinario. Sono 18 i capoluoghi interessati. L'affluenza definitiva alle Comunali è stata del 66,19%, in crescita rispetto a cinque anni fa (il dato riguarda i Comuni delle 15 Regioni a statuto ordinario). Nella precedente tornata elettorale la percentuale dell'affluenza era stata del 65,18%. Al voto diversi capoluoghi come Venezia, Mantova, Arezzo, Crotone, Reggio Calabria, Matera. Al voto anche Trento e Bolzano. Quanto alle elezioni regionali, il bilancio ha registrato un pareggio, con Toscana, Campania e Puglia restano al centrosinistra. Il centrodestra invece mantiene Liguria e Veneto e conquista le Marche.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti