ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùHealtcare

Amplifon sostenuta in Borsa da risultati e outlook, migliora il dividendo

Il gruppo di dispositivi acustici chiude il 2021 con un utile di 175,2 milioni

di Stefania Arcudi

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Amplifon viaggia in controtendenza in Borsa rispetto a una seduta molto negativa a causa dell'aggravarsi della guerra in Ucraina con gli investitori che premiano i risultati del 2021 e apprezzano l'outlook 2022.

L'utile 2021 sale a 175,2 milioni

Nel 2021 il gruppo ha registrato un incremento dell'utile dell'81,4% a 175,2 milioni di euro con una crescita dei ricavi del 29,5% a 1,948 miliardi. Alla luce dei risultati, il cda ha deciso di proporre un dividendo di 26 centesimi per azione, in aumento del 18,2% rispetto al 2020, con un pay-out di circa il 37% dell’utile netto consolidato per azione. L'Ebitda su base ricorrente è pari a 482,8 milioni (+32% sul 2020 e +26,8% sul 2019), grazie alla maggiore efficienza operativa e a investimenti significativi. Il free cash flow, giudicato "eccellente" dalla società, è stato di 254,9 milioni, invariato rispetto al 2020, ma superiore alle previsioni degli analisti per circa 185 milioni.

Loading...

Per 2022 outlook apprezzato dagli analisti

Nel 2022 Amplifon prevede un mercato dell’hearing care in crescita del 4-5%, supportato dalla pent-up demand che dovrebbe compensare l'atteso calo del mercato francese, a seguito dell’importante crescita strutturale di quest’ultimo nel 2021 per il cambiamento normativo. Inoltre, è attesa una progressiva normalizzazione del mercato globale nel corso dell’anno dopo il picco di contagi da Covid-19 registrati tra dicembre e gennaio. "Confermiamo le stime 2022-2023, grazie alla buona visibilità sulle previsioni. L'outlook 2022 è in linea con le nostre stime. La crescita dell'anno in corso sarà ben bilanciata nelle varie regioni, con una performance leggermente migliore nelle Americhe. Germania, Italia e Spagna dovrebbero più che bilanciare la Francia", hanno sottolineato gli analisti di Equita. Sulla stessa linea anche gli esperti di Intesa Sanpaolo, che hanno confermato le stime per l'anno in corso e il prossimo, così come le previsioni sull'andamento del titolo (obiettivo di prezzo di 41,5 euro per azione, con valutazione "hold"). Alla luce dei risultati, Banca Akros ha "migliorato la previsione sul margine Ebitda dal 24,5% al 25,2%" e ha fissato "un obiettivo di prezzo di 42,50 euro per azione, mantenendo una visione positiva sull'equity story e confermando la raccomandazione accumulate".

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti